PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



NS110113 .pdf


Original filename: NS110113.pdf
Author: c.salvi

This PDF 1.5 document has been generated by Microsoft® Office Word 2007, and has been sent on pdf-archive.com on 30/01/2013 at 17:14, from IP address 193.178.x.x. The current document download page has been viewed 626 times.
File size: 204 KB (2 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


Sei in: La Nuova Sardegna / Sassari /
liste, oggi il deposito dei simboli
L’Agcom: «Tg squilibrati e Monti “sovraesposto”»

ROMA. Rispetto al passato cambiano i nomi (alcuni), ma il risultato no: la televisione tiene
accesi i riflettori solo su alcuni protagonisti della politica e non garantisce a tutti una
presenza adeguata all’interno dei telegiornali, provocando «diffusi squilibri». Con un caso
di overdose mediatica: quella del presidente del consiglio uscente Mario Monti che,
assieme al “redivivo” leader del Pdl Silvio Berlusconi, domina la scena su canali pubblici e
privati. A due settimane dall’inizio della campagna elettorale, è l’Autorità garante delle
comunicazioni a chiedere «un requilibrio immediato» a Rai, Mediaset, Sky e La7: in
particolare, in Rai c’è una «sovraesposizione» di Monti «in qualità di soggetto politico» su
Tg1 e Tg3, con una «sottopresenza» del Pdl rispetto al Pd nel Tg3. È l’unico caso in cui i
democratici surclassano gli avversari: nei Tg Mediaset c’è una «sottopresenza» del Pd
rispetto al Pdl, poco rappresentati anche Idv e Udc. Notizie sul Pd scarseggiano rispetto a
quelle sul Pdl anche nei tg di Telecom Italia Media, La7 in testa, ma anche qui il premier
impazza, ed è «sovraesposto», secondo l’Agcom, anche nei tg di Sky, dove si parla poco
di Idv, Fli, Lega nord e Udc. Una situazione che «richiede una netta inversione di
tendenza».
Ai rilievi dell’Autorità, il presidente del Consiglio replica con una stoccata a Berlusconi:
«Confido che, considerato che ci sono anche altri personaggi con forte tendenza e
magistrali capacità all’esposizione televisiva, le regole siano fatte rispettate severamente».
Ma nel giorno in cui Sky Tg24 presenta il palinsesto elettorale e annuncia il confronto
televisivo fra Monti, Berlusconi e il segretario del Pd Pierluigi Bersani, (probabilmente l’8
febbraio), a bacchettare la rete guidata da Sarah Varetto è il leader di Rivoluzione civile,
Antonio Ingroia: «A Sky Ingroia se lo sono dimenticati». Risponde Varetto: «Ingroia sarà
ospite della prima puntata del nuovo approfondimento elettorale Il Sorpasso (sabato alle
15.05)». Ma protestano anche i Radicali: dalla mezzanotte di oggi, l’intero gruppo dirigente
inizia uno sciopero totale della fame e della sete per denunciare l’esclusione
dall’informazione Rai della lista «Amnistia, giustizia, libertà».

Da questa mattina alle 8, intanto, il Viminale apre l’ufficio elettorale per il deposito dei
contrassegni (il termine ultimo è il 13 gennaio alle 16). Davanti al ministero dell’Interno la
fila per la consegna dei simboli si è formata già da lunedì, con coda anche di notte
nonostante freddo e pioggia. L’obiettivo, spiegano i rappresentanti del Movimento 5 Stelle,
è arrivare prima di eventuali “disturbatori” «per evitare che ci impediscano di usare il
nostro simbolo alle prossime consultazioni» depositandone uno identico.

11 gennaio 2013


NS110113.pdf - page 1/2
NS110113.pdf - page 2/2

Related documents


ns110113
us280113
ns120213
ns260113
sp240113
ns260213


Related keywords