PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



come inamidare .pdf



Original filename: come inamidare .pdf

This PDF 1.7 document has been generated by , and has been sent on pdf-archive.com on 18/02/2014 at 21:21, from IP address 2.39.x.x. The current document download page has been viewed 1271 times.
File size: 16 KB (3 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


Tecniche per inamidare lavori all'uncinetto.
Esistono diverse tecniche con cui si inamidani, gioielli, pizzi, bomboniere, piccoli
amigurumi, decorazioni natalizie ect etc.
I metodi sono :
-acqua e zucchero
-acqua e amido
-acqua e colla vinilica
-smalto per unghie trasparente, colorato, con brillantini.
-lacca per capelli

Primo passo fondamentale è trovare un oggetto che abbia la stessa forma e misura del
vostro lavoro, questo soprattutto per lavori che riproducono oggetti tridimensionali,
bomboniere, cappellini, coperchi, porta caramelle di pizzo. Ricoprire l'oggetto svelto con
alluminio o pellicola trasparente da cucina, per preservare il vostro oggetto. Poi posizionarvi
il lavoro da inamidare, tirandolo, facendolo aderire il più possibile al vostro oggetto e dargli
la forma ricercata.
Per i pizzi e le bomboniere sacchetto, prendete del polistirolo, va bene anche le vaschette
delle confezioni di frutta e verdura, e con gli spilli appuntare il vostro pizzo mettendo in
forma tutte le varie parti e renderlo quanto basta,xsenza stressarlo e poi inamidarlo.
Personalmente passo sempre della crema idratante o metto della pellicola trasparente da
cucina sul polistirolo per far staccare facilmente il Centrino o il pizzo dopo averlo inamidato.
Se decidete di metterlo in forma prima di inamidarlo, procuratevi un pennello, se no
inamidate e mettete in forma.
Passiamo ai diversi metodi di inamidatura.
Acqua e zucchero. (voto: mediocre)
Si mette una proiezione di 6:1 acqua : zucchero oppure per un lavoro più sostenuto 5:2
acqua :zucchero. Si pone tutto in un pentolino, portate ad ebbollizione, e poi abbassare il
fuoco e far sobbolire per 2 minuti per ottenere uno sciroppo non troppo denso e soprattutto
non formare un caramello, mescolare continuamente.spengete e lasciare raffreddare. Con
un pennello inamidate il vostro lavoro. Se mettete in forma dopo, immergete il lavoro nel
pentolino, sgocciolare lo sciroppo in ecceso e mettete in forma. Lasciare asciugare,
impiega di solito 2 giorni
PRO: Perfetto per lavori tridimensionali permette al pizzo di assumere qualivoglia forma con
precisione.  I lavori in cotone bianco mantengono il loro originario splendore ma con il
tempo ingialliscono. Ottimo per bombiniere, scatoline.
CONTRO: I pizzi in cotone colorato risulteranno come "impolverati" perdendo la lucentezza

del colore originario.
Se è nevessario un indurimento forte, e la quantità di zucchero è"buchi" più  piccoli del pizzo
rimarranno ostruiti: l'effetto sarà quallo di un motivo impreciso in cui si perde il bello del
motivo lavorato.
FATE MOLTA ATTENZIONE A: non metterli ad asciugare a "portata" di animali o bambini,
visto il buon sapore potrebbe non essere la prima volta che qualcuno
 prova a mangiarsi un lavoro all'uncinetto!!!

Acqua e amido di mais (voto: medocre)w
Proporzioni un cucchiaio colmo di amido ogni 10cl di acqua. Ponete tutto in un pentolino,
Poe portate ad ebbolizione, abbassare il fuoco e sciogliere meescolando continuamente,
senza creare grumi, sciogliete l'amido. Quando il composto addensa, spegnere e lasciare
intiepidire. Immergevi il lavoro e poi metterlo in forma oppure usate un pennellino o uno
spruzzino per inamidare e lasciare asciugare. Questa proporzione da un buon indurimento,
per un pizzo diminuire l'amido.

PRO: Perfetto per un indurimento leggero e ha un'asciugatura molto rapida
CONTRO: meno adatto all'ottenimento di forme tridimensionali molto rigide: se viene
utilzzato tanto amido renderà il pizzo "polveroso" e si rischierà di perdere l'effetto dei colori
diversi dal bianco. Il pizzo sembrerà "gessoso"
FATE MOLTA ATTENZIONE A: Stirare il lavori così ottenuti. Ponete sempre un
tovagliolo bianco fra il lavoro e il ferro da stiro, tende ad attaccarsi al ferro da stiro.

Acqua e colla vinilica (voto: ottimo)
Proporzioni 3:1 acqua:colla, più aumentate la colla più il lavoro indurira, quindi regolatevi in
base all'effetto che vorrete ottenere. Mescolate fino a far amalgamare perfettamente la colla
con l'acqua è poi spennellare il lavoro o immergetelo nel composto. Lasciate asciugare,
impiega 4-6 ore. Soffiate sul lavoro nel caso in cui alcuni buchi del pizzo risultassero ostruiti
dalla colla.

PRO: Il procedimento è, fra i tre, il più veloce. L'indurimento è discreto, i colori restano
brillanti e non poverosi. Ottimo per lavori sia in filato che colorato. Il pizzo acquista lucidità.
la colla vinilica non lascia nessun tipo di traccia / polvere e non crea disagi!! 
La vinavil è un'ottima risorsa da utilizzare con i tessuti in genere, tenetela sempre a mente.

CONTRO: il lavoro viene leggermente "appesantito".

Smalto per unghie. (voto: ottimo)
Per lavori piccoli si può inamidare con smalto trasparente. Il risltato finale élite ottimo.
L'aciugatura varia in base alla diversa marca di smalto. Per brllantinare o dare colorazioni
diverse al lavoro, potete usare smalti con brillantini o colorati.

PRO, veloce, il lavoro si mantiene pulito, impiega poco tempo ad ascigare e bob lascia aloni
di sorta
CONTRO: riscontrati nessuno a parte l'odore nell'utilizzo. Se volete una pausa dalla famiglia
così farete scappare tutti!!

Lacca per capelli (voto: ottimo)
Mettete in forma il lavoro e spruzzarvi la lacca.
PRO: metodo veloce sia per l'asciugatura che nel metodo stesso
CONTRO: nessuno se non l'inquanamento ambientale.


come inamidare .pdf - page 1/3
come inamidare .pdf - page 2/3
come inamidare .pdf - page 3/3

Related documents


come inamidare
cdp catalogofestivita
detergenti professionali
iphone 4s
cdp catalogolineabar
commercio integratori uk


Related keywords