PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



CallViaggio2016 .pdf



Original filename: CallViaggio2016.pdf
Author: mac

This PDF 1.4 document has been generated by Microsoft® Office Word 2007, and has been sent on pdf-archive.com on 13/01/2016 at 18:09, from IP address 62.19.x.x. The current document download page has been viewed 478 times.
File size: 943 KB (4 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


IN VIAGGIO VERSO IL SAHARA
L’associazione 3GiriDiTè Onlus con il sostegno dell’ottopermille della Chiesa Valdese e in
partenariato con l’associazione ZIG e l’associazione Rio de Oro Onlus (Marche) all’interno del
progetto “Saharawi Medical Care”, organizza un viaggio missione nei Campi Profughi
Saharawi nel Sud dell’Algeria.
Il progetto
Il progetto Saharawi Medical Care prevede il sostegno sanitario per 5 minori disabili Saharawi
che vengono accolti in Italia nei mesi di Luglio e Agosto.
Obiettivi del progetto sono: consentire un controllo dello stato di salute dei minori con disabilità o
malattie; fornire loro visite e cure mediche ed effettuare interventi specifici (operazioni, terapie
mirate,…) decisivi per ridare dignità e autonomia alla loro vita nei campi; offrire ai bambini
attività ricreative, culturali, sportive e artistiche; creare momenti di conoscenza e scambio
interculturale nella periferia salentina, generando incontri indimenticabili per il loro valore umano
e culturale.
All’interno del progetto è previsto un viaggio missione nei Campi Profughi Saharawi al fine di
valutare l’impatto delle attività estive (passate e future), conoscere i bambini che saranno
ospitati in Italia e le loro famiglie in modo da intervenire tempestivamente una volta che i
bambini saranno in Italia.
Il viaggio diventa anche una occasione per promuovere la conoscenza diretta della cultura e
delle condizioni di vita nei campi profughi Saharawi, un’esperienza di conoscenza e scambio,
che permetterà di vivere dall’interno la realtà locale, rappresentando una forte opportunità di
arricchimento personale.
Una equipe di medici e di cooperanti dell’associazione avrà il compito di realizzare e guidare le
attività.

Date:
08-03-2016 / 22-03-2016
Costi:
ca 810 € così ripartiti:
540,00 € (viaggio A/R Roma/Tindouf) + 30,00 € (assicurazione viaggio) + 100,00 € (quota per
l’accomodation) + 90,00 € (visto per i Campi Profughi) + 50,00 € ( quota per la gestione
burocratica e logistica dell’associazione).
Accomodation:
Centro di Bol-la.
Il centro di Bol-la è un presidio medico per cooperanti gestito dall’associazione Onlus Rio De
Oro che include una casa per cooperanti, un ospedale attrezzato, un poliambulatorio,un centro
per le terapie di lungo periodo (Casa Paradiso) e un presidio militare. Si trova a circa 5 km dal
villaggio di Boujdour.
Deadline:
07-02-2016
Obiettivi della missione:
- Verificare l’andamento del nostro operato nel tempo;
- Promuovere la conoscenza diretta dei Paesi in cui cooperiamo;
- Effettuare la preparazione medica e organizzativa del progetto di accoglienza 2016;
- Contribuire alle ordinarie attività del nostro partner Rio De Oro;
- Ricercare criticità e aree di intervento in funzione di una nuova progettualità;

Attività:
- Incontrare le famiglie e i bambini ospitati negli anni passati e conoscere i bambini che
saranno ospitati in Italia nel 2016;
- Avere esperienza diretta del Paese in cui l’associazione opera. Sono infatti previsti
numerosi momenti di scambio culturale e di conoscenza della vita nei Campi Profughi
con le famiglie Saharawi, con le scuole per disabili, con le scuole di musica e arte;
- Monitorare i progetti già in corso;
- Preparare logisticamente il progetto di accoglienza 2016 ;
- Individuare soluzioni e strategie future sia col nostro partner Rio de Oro che con nuovi
partner (scuole, ministeri, associazioni);
- Attività di volontariato presso l’ospedale di Bolla, Casa Paradiso e il centro di
Riabilitazione, gestiti dall’associazione Rio de Oro;
- Collaborazione con il progetto culturale Desert Session indirizzato alla conoscenza della
pratica musicale in contesti difficili come in quello dei campi profughi.
Ulteriori informazioni
Vaccinazioni consigliate, non obbligatorie : Antipoliomelite, Antidiftotetano, Antipertosse,
Antiepatite A, Antimeningococcica, Anticolera.
Rivolgersi all’ufficio Asl predisposto, specificando che si tratta di un progetto di volontariato
internazionale.
Consultare il sito Viaggiare Sicuri.
Per info :
Agnese Dell’Abate – 0039 3209221635 – agnesedel@hotmail.it – 3giridite@gmail.com
Alberto Piccinni : 328 74 21988

L’associazione 3GiriDiTè si occupa di cooperazione internazionale, volontariato, territorio,
intercultura. Il progetto principale prevede l’assistenza sanitaria di un gruppo di bambini con
disabilità provenienti dai campi profughi Saharawi per i quali l’associazione organizza dal 2010
periodi di permanenza in Italia, viaggi-missione sul posto, check up e operazioni mediche, eventi
e laboratori che riscuotono l’interesse di numerosi volontari provenienti non solo dal territorio
salentino ma da tutta Italia e dall’ Europa.
L’associazione ZIG si occupa di ricerca sociale, culturale e artistica, possibilità del linguaggio,
attività interculturali, intergenerazionali e mobilità giovanile, progettazione culturale e sociale.
Dal 2013 ha intrapreso progetti legati a musica, intercultura, arte, riciclo e antropologia del
territorio.
Rio de Oro Onlus è un’organizzazione che si batte per i diritti del popolo profugo Saharawi,
offrendo assistenza medica ai disabili, in particolare bambini. Da oltre dieci anni opera
direttamente all’interno dei campi profughi offrendo assistenza medica gratuita, costruendo
strutture sanitarie, formando il personale locale, distribuendo farmaci rari e difendendo la dignità
dei disabili. La sede operativa è a Bolla, nella wilaya di Boujdour, un ex ospedale militare che
l’associazione gestisce con l’aiuto dei tanti partner locali e internazionali.
I SAHARAWI: sono quasi centomila i profughi che da oltre 35 anni vivono segregati in uno dei
più grandi complessi di campi per rifugiati al mondo. Enormi distese di lamiera e sabbia nel bel
mezzo del deserto del Sahara. Li chiamano Saharawi, gente del deserto. La loro patria, il florido
territorio conosciuto come Western Sahara, è stato invaso dal Marocco nel 1975, costringendoli
a fuggire nel deserto. Da allora la tragedia umanitaria del popolo Saharawi è diventata una delle
più lunghe e controverse di sempre.

Link utili:
http://www.riodeoro.it/
https://www.facebook.com/tregiridite?fref=ts
https://piccolisaharawitranoi.wordpress.com/


CallViaggio2016.pdf - page 1/4
CallViaggio2016.pdf - page 2/4
CallViaggio2016.pdf - page 3/4
CallViaggio2016.pdf - page 4/4

Related documents


callviaggio2016
lettera il ponte
programma 100 passi
mercatini
cresci mazzacane lezioni di fotografia
gl incas o la distruzione dell impero 01


Related keywords