protocollo antitumorale dottor nacci.pdf


Preview of PDF document protocollo-antitumorale-dottor-nacci.pdf

Page 12353

Text preview


Protocollo “Terapia NACCI”
Avvertenze:
la terapia qui descritta dev’essere sempre “personalizzata” in base al tipo di tumore,
sua stadiazione, eventuali complicanze, e soprattutto dev’essere costruita su misura
del paziente stesso, rendendo sostanzialmente impossibile eseguire terapie simili fra
due pazienti.
In tutti i casi, il paziente dev’essere visitato dal medico e seguito costantemente, in
ambulatorio o a domicilio, causa le frequenti modifiche da apportare alla terapia
(mutazione del tempo balsamico delle piante, modificazioni del quadro clinico del
paziente, etc…).
E’ ritenuto necessario l’aiuto di uno “Speziale” per la preparazione delle tisane (oltre
1.500 previste).
E’ spesso necessario, in caso d’inabilità del paziente, l’aiuto di un Fisioterapista e di
un Infermiere professionale.
Di qui l’impossibilità di curare a distanza, in maniera efficace e sicura, i pazienti, se
non premettendo fin dall’inizio la notevole precarietà d’informazioni ottenibili via
telefono o via E-MAIL che rendono impossibile la formulazione di un quadro
oggettivo della reale condizione del paziente, con tutti i rischi derivanti per il
proseguimento della terapia stessa, terapia che necessariamente andrà comunque
incontro ai normali cambiamenti d’impostazione nel corso del tempo, e quindi anche
al rischio di errori da parte del medico stesso, se non adeguatamente presente nei
tempi e nei modi ritenuti più opportuni.
Qui di seguito sono riportate:
1) Protocollo di base
2) Cibi vietati
3) Cibi consentiti e necessari
4) Schema Protocollo Dott. Giuseppe Nacci
5) Analisi del sangue, da fare ogni mese, o anche meno, per verificare la riduzione o
meno delle masse tumorali in base alla terapia qui definita (per maggiori
approfondimenti, vedi cap.1 del sito: www.lecurenaturali.com .
6) Consenso informato

1. Indicazioni di massima del Protocollo di base della “Terapia Nacci”
Assumere liberamente, durante tutta la giornata, 15-20 bicchieri grandi di succhi di frutta, di
verdura, di spezie e di ortaggi (possibilmente di Agricoltura Biologica), frullati e/o centrifugati,
evitando cibo solido.
PAGE 1