PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



GoldZanzibar TREND .pdf


Original filename: GoldZanzibar-TREND.pdf
Title: TREND13@COVER_CORR.pdf
Author: utente

This PDF 1.6 document has been generated by PDFCreator Version 1.5.1 / GPL Ghostscript 9.05, and has been sent on pdf-archive.com on 12/10/2016 at 11:08, from IP address 169.255.x.x. The current document download page has been viewed 340 times.
File size: 2 MB (3 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


TREND13@COVER:Trend 9 cover

21-09-2016

11:22

Pagina 1

SPECIALE NOFRILLS
www.trendsettimanale.it

TREND

PANAMA EDITORE - € 0,50

NOFRILLS

I L S E T T I M A N A L E D E L L’ I N D U S T R I A T U R I S M O
Pag.6

GRIMALDI LINES

Pag.8

ANNO 27 - 29 SETTEMBRE 2016 - N. 13

FERROVIA RETICA

A Bergamo focus sul turismo

Ci racconta la sua estate ok

Niente crisi per il Trenino Rosso

IN FIERA TANTO SPAZIO A INVESTIMENTI,
RECRUITING E MICE, MA ANCHE A SOCIAL
NETWORK, WEB E NUOVE TECNOLOGIE

PER LA COMPAGNIA SI È CONCLUSA
UNA STAGIONE MOLTO SODDISFACENTE
GRAZIE ALLA SARDEGNA E NON SOLO

ANCHE NEL 2016 È SALITO IL NUMERO
DEI TURISTI ITALIANI CHE AMANO
GLI SPLENDIDI PANORAMI SVIZZERI

W le vacanze!
Noi le abbiamo “passate”
al Gold Resort Beach
di Zanzibar, perla
di Azemar
Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a.p. D.L. 353/03 (conv. In L.27/02/04 n. 46) art.1, comma 1, DCB Milano.

Pag.10

DA

DA

€43
€73

SOLO
ANDATA
ANDATA
E RITORNO

TASSE INCLUSE
A BRACCIA APERTE

C ’è po st o
pe r l’e mo zi on e

Tariffe discount valide per partenza da
Roma e Milano che includono bagaglio a mano fino a 8Kg, pasto a bordo,
accesso all’edicola digitale, 10% miglia
e Check-in Online da 36h
prima della partenza.
Altri livelli disponibili per
partenze da Venezia e
Bologna.

flytap.it

tapagents.it

Luca
Agente di viaggi di Bari sorride
...i suoi clienti
sono assicurati con ERV
b2b.erv-italia.it

TREND13_004:Trend pag 6

20-09-2016

13:02

Pagina 4

TREND

COVER STORY

N. 13 - 29 SETTEMBRE 2016

Un tuffo dove l’acqua è più blu... A Zanzibar
Grazie all’ospitalità del tour operator milanese Azemar siamo andati a visitare in prima persona (da veri turisti che se la spassano)
la magnifica isola africana che è anche il luogo dove si trova una delle princiali strutture del t.o., il Gold Zanzibar Beach House.
Ecco la cronaca delle nostre scoperte, tra natura mozzafiato, relax di lusso e cucina che lascia il segno...
di Alessia Sironi
ti regala quel twist in più che ti permette
di ricaricarti a pieno. L’obiettivo primario
dell'elegante resort è quello di regalare
all'ospite un'esperienza indimenticabile?
Beh, ci sono riusciti!

4

Mare, profumo di mare...

Trasformarsi da viaggiatori in turisti per
una volta è stato fantastico. Niente guide
alla mano, niente pesanti zaini in spalla
o trolley da trascinare da un luogo all’altro,
nessuna serata passata a decidere
l’itinerario del mattino seguente, e nessun
ristorantino scovato all’ultimo minuto
per stanchezza. Tutto, per una settimana,
è rimasto perfettamente in equilibrio
tra la voglia di relax e riposo e il fascino
di un luogo mai visto e assaporato
pian piano fino a riempire polmoni e cuore.
Il Gold Zanzibar Beach House & Spa
è tutto questo e anche di più. È esattamente
come ti aspetteresti il Paradiso terrestre:
sabbia bianca, blu infinito sopra la testa,
azzurro intenso di fronte a te, e silenzio.
Silenzio interrotto solamente da “qualcuno”
che ti chiede se vuoi una bibita gelata,
della frutta fresca oppure uno stuzzichino
che ti “aiuti” ad arrivare fino al pranzo
(o alla cena) dove un buffet ricco
di leccornie dalle mille etnie, italiana
compresa, ti aspetta per essere “preso
d’assalto”.
Situato lungo la costa nord-occidentale
di questa meravigliosa isola, sulla spiaggia
di Kendwa, una delle più belle e rinomate
di tutto il territorio, il resort è pensato
per catturare completamente gli ospiti
(in e con ogni senso) in uno degli scenari
più belli e suggestivi del luogo, con vista
sull'Oceano Indiano e su una distesa
di sabbia finissima. Da quando, infatti,
metti piede nella hall del resort, piedi
che poi ti massaggiano in modo sublime
presso il centro benessere Healing
Earth che garantisce un'offerta wellness
di alto profilo - ti assicuro che dopo

il primo massaggio inizi a provarci gusto
e non riesci più a smettere - la cura
è totale per ogni minimo dettaglio.
Ma l’eleganza e lo stile della struttura
si sposano anche con l’impeccabile servizio
e la cordialità flemmatica tipica africana
che ti catapulta subito in un’atmosfera
di relax e benessere psicofisico: le lezioni
di Yoga e Pilates insieme a Francesca
la mattina a bordo piscina fanno il resto.
Il Gold però non è solo sinonimo di riposo
ma anche di energia, dinamismo e vitalità:
dallo snorkelling alla pesca, dal windsurf
ai giri in catamarano, dalle immersioni
nei fondali ai tour nell’entroterra e nei villaggi
più caratteristici di quest’isola fino
allo spettacolo Masai e alle partite di beach
volley al tramonto insieme a Mr. Ram,
il direttore mauriziano del resort, tutto

Insomma un luogo magnifico, fatto anche
di personaggi unici e “speciali”. Come
Cheffo: è così che chiamano tutti
lo chef italiano, Umberto Romano, 45 anni,
nato ad Altamura ma originario del mondo
e pronto ad andare ovunque lo porti
il gusto e la passione per il food:
iniziando dalla Thailandia prima,
poi Atene, Berlino e ancora in Francia fino
a quando non ha “incontrato” Milano,
il capoluogo meneghino che è diventato
anche il suo trampolino di lancio.
Per Umberto è la prima volta in Africa
e all’inizio qualche difficoltà c’è stata,
ma non nell’incontro con la tradizione
culinaria zanzibarina che ha amato
da subito, quanto nella gestione dei
collaboratori, tutti validi, educatissimi
e simpatici, ma ai quali occorreva
una “scuola” di cucina avanzata. E così
è stato. Sono bastati tre mesi di training
perché tutte le criticità sparissero e il cibo
diventasse l’unico vero protagonista.
Ci racconta che «Il Kilimajaro è il più grande
ristorante del Gold Zanzibar Beach
House & Spa e permette di accogliere
fino a 200 ospiti mantenendo un contesto
raffinato ed elegante: il ristorante è aperto
a colazione e offre un ricco buffet con
il meglio dei prodotti tipici, un vasto
assortimento di frutti tropicali e dolci,
ma anche la classica colazione italiana
con brioches e cappuccino oppure salata
e internazionale con uova strapazzate
e bacon». Anche a pranzo e a cena

Al Gold la vacanza è (anche) romantica

TREND13_005:trend 9

pag.5

20-09-2016

13:05

Pagina 5

TREND

COVER STORY

N. 13 - 29 SETTEMBRE 2016

Qui a sinistra: il relax e la quiete tropicale sono
uno dei plus unici che offre il resort di Azemar.
Sotto: lo chef Umberto Romano ritratto mentre
cucina per gli ospiti del Gold Zanzibar.

si possono gustare un infinito numero
di piatti internazionali e proposte
particolarmente creative, realizzate
fondendo culture diverse. È straordinario
l'utilizzo che “Cheffo” fa degli ingredienti
locali, tra cui spiccano naturalmente
il pesce sempre freschissimo, così come
la carne (davvero ottima in Tanzania)
e le impareggiabili spezie, alle quali si
aggiungono anche prodotti tipici italiani
- basilico, aglio, cipolle, peperoni,
melanzane e pomodori - ma raccolti
in loco. «Preferiamo non importare nulla
ma utilizzare i prodotti della “nostra” terra
- ci racconta lo stesso Umberto Romano
- e questa filosofia alimentare ci paga
da sempre. A noi non piacciono piatti
molto elaborati, ma semplici purché freschi
e ricchi di tradizione. Naturalmente
io vado a nozze con tutti i clienti: gli stranieri
adorano la pasta e i miei sughi, gli italiani
invece, che all’inizio evitano di mangiare
le stesse cose che assaggiano in Patria
e si buttano sul buffet internazionale,
poi non riescono a stare lontani dall’angolo
tricolore», scherza lo chef.
Oltre al Ristorante Kilimajaro, sulla spiaggia,
si trova il Gold Restaurant, l'angolo culinario
più esclusivo dell'intera isola dove lo chef
si trasforma in uno dei tuoi più cari amici
e ti consiglia cosa mangiare: il menù è
“a la carte” ma lo si decide insieme

e, su richiesta, si può persino scegliere
insieme il pesce appena pescato.
«Il rapporto che si instaura con alcuni clienti
è davvero unico», conclude Umberto
Romano mentre beviamo un drink al Sultan
bar, di fronte a un panorama mozzafiato.
E sull’isola di Zanzibar i panorami mozzafiato
non bisogna dimenticare che sono davvero
numerosi, oltre che facili da raggiungere
partendo come base proprio del resort
targato Azemar. Tra i tour da non perdere
c’è la visita nella capitale, Stone Town,
la città di pietra, passata alla storia perché
vi si teneva il mercato degli schiavi,
proprio lì dove oggi sorge la Christ Church,
la cattedrale Anglicana e dov’è possibile
visitare alcune celle sotterranee
e un monumento alla loro memoria.
Un’esperienza sensoriale è l’affollato
Mercato di Darajani, dove la carne
e il pesce vengono venduti all’asta in una
baraonda di urla e odori fortissimi.
L’escursione continua perdendosi fra le vie
della città vecchia, disseminate di antichi
portoni di fattura indiana o araba, spesso
incisi con brani del corano. Vicino al mare
si fa tappa nei Giardini di Forodhani,
circondati da edifici di epoca coloniale, come
il Palazzo delle Meraviglie, un’ex residenza
dei sultani. Non è lontana la Casa Natale
di Freddy Mercury, mitico leader dei Queen.

Per conoscere meglio...
Gold Zanzibar Beach House

«Con Azemar l’ospitalità è Gold - ci
spiega il marketing manager del tour
operator Alessandro Azzola (foto sopra)
- in particolare a Zanzibar. Dove il mare
è di un celeste brillante non solo davanti
al Gold Zanzibar Beach House & Spa,
il resort del gruppo Azemar che sorge
a Kendwa, una delle più belle spiagge
dell’isola, ideale per chi ama il mare
e vuole fare il bagno a tutte le ore, dato
che la zona di costa non è soggetta
al fenomeno delle maree. A piano terra
ci sono le camere Deluxe Ocean View
e le Garden Room, mentre le Beach Suite
hanno un accesso diretto in spiaggia
e il loro ombrellone riservato. Il Gold offre
ai suoi ospiti un ristorante à la carte
(anche con Beach Service) e uno a
buffet. Per chi non rinuncia alla Spa c’è
un piccolo “villaggio balinese”, con
cabine, sala fitness e terapisti per i
trattamenti di benessere. Può essere
ospitato un bambino in camera con i
genitori e fino a due bambini nelle suite.
Come sempre nella nostra politica
vogliamo presentare varie tipologie di
strutture per poter offrire ai nostri clienti
un’ampia possibilità di scelta, dalle più
informali alle più eleganti e raffinate.
E grazie alla nostra conoscenza in prima
persona dei luoghi, possiamo garantire
il massimo in ogni destinazione».

5


GoldZanzibar-TREND.pdf - page 1/3
GoldZanzibar-TREND.pdf - page 2/3
GoldZanzibar-TREND.pdf - page 3/3

Related documents


enrico diprima
villaggi palinuro1806
vacanze 2014
manuelcauege
negozi eliquids in relazione a1045
duedatediesecuzione


Related keywords