PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Send a file File manager PDF Toolbox Search Help Contact



dji italia .pdf


Original filename: dji_italia.pdf
Author: Unique-2

This PDF 1.4 document has been generated by Writer / LibreOffice 4.3, and has been sent on pdf-archive.com on 02/01/2017 at 07:08, from IP address 122.178.x.x. The current document download page has been viewed 398 times.
File size: 29 KB (2 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


MAVIC PRO: ECCO COME UTILIZZARLO AL MEGLIO
Finalmente anche in Italia sta per arrivare il nuovo modello Mavic Pro ed è giunto il
momento di imparare tutte le caratteristiche per poterlo pilotare al meglio. Per
prima cosa si ricorda che il Mavic Pro della DJI è un drone pieghevole in grado di
entrare in una tasca e dotato di telecamera stabilizzata su tre assi che può girare
video in 4K. La portata di volo stimata in condizioni ottimali (ovvero con tanto di
trasmissione streaming su smartphone) arriva fino a 4km.

Per tutti questi motivi questo modello di drone sta ottenendo molto successo in
tutta Italia, al punto tale che ordinarlo in qualsiasi negozio droni richiede una attesa
di almeno 4 settimane, ma si può benissimo arrivare ad attenderne 8.

Richiamate le caratteristiche del dji italia Mavic, passiamo adesso ad elencare
alcune accortezze più o meno fondamentali per il corretto utilizzo di questo
strumento utilizzato da un numero di appassionati in continuo aumento. Questi
consigli si applicano per entrambe le versioni in vendita, standard e Fly More Combo
(con molti accessori in più); per quanto riguarda il telecomando e la batteria si
ricorda che saranno disponibili anche nella versione standard.

Innanzitutto un problema alla macchina si può avere quando si accende il Mavic
ripiegato su se stesso, ovvero quando non è disposto alla modalità volo ma a quella
“portatile”.

Altro consiglio sempre relativo all’accensione è quello di non attivarlo se non è stato
sbloccato il Gimbal: per evitare danneggiamenti durante il trasporto infatti il Gimbal
è dotato sia di una sfera di protezione rimovibile che di una staffa di plastica. Al
momento dell’accensione è importante che il Gimbal sia sbloccato per permettere ai
motorini di compiere movimenti di setup fondamentali per la stabilizzazione.

Consiglio importante è quello di volare sempre sotto la copertura dei satelliti, per
evitare che il nostro Mavic Pro entri nella modalità ATTI complicando la vita ai piloti
meno esperti. In questa modalità infatti non è più possibile usare la funzione RTH e
si ha una esperienza di pilotaggio semi-manuale, in cui l’altezza del drone rimane
costante e il comando di “fermo” -portando gli stick di controllo al centro- non

funziona se il drone si trova a più di 10 metri di altezza. Questo succede proprio
perché in assenza di segnale GPS il drone dovrà necessariamente affidarsi ai soli
sensori in suo possesso.

Ogni volta che si effettua un aggiornamento firmware, un cambio di luogo, nonché
alla prima accensione, è caldamente consigliato calibrare correttamente la bussola
Compass installata facendo tuttavia attenzione alla presenza di campi magnetici
vicini, perché influenzano negativamente le performance di tutti i tipi di droni.

Se siete amanti delle riprese effettuate dai droni, potreste incombere in un
chiamato effetto Strobo. Tale effetto è dovuto ai raggi del sole che colpiscono le
eliche e disturbano la telecamera, creando di fatto dei difetti a video. Per risolvere
questo problema si possono installare dei paraluce o dei filtri ND che si possono
anche trovare presso qualsiasi luogo di vendita droni. In un prossimo futuro non si
esclude la possibilità che la DJI stessa possa mettere in vendita tali filtri.


dji_italia.pdf - page 1/2
dji_italia.pdf - page 2/2

Related documents


PDF Document dji italia
PDF Document vendita droni
PDF Document scala lego
PDF Document aumentomaschionaturale it
PDF Document aumentomaschionaturale
PDF Document oro diamanti


Related keywords