PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



TGS BN Domande2016 2017 .pdf


Original filename: TGS-BN-Domande2016-2017.pdf
Author: Forename Surname

This PDF 1.5 document has been generated by Microsoft® Word 2016, and has been sent on pdf-archive.com on 05/01/2017 at 17:40, from IP address 80.116.x.x. The current document download page has been viewed 295 times.
File size: 132 KB (2 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


TGS BIENNIO
Questionario delle vacanze di Natale. Da compilare, esportare in PDF (nominandolo
nome-cognome-TGSBN.pdf, caricare su www.pdf-archive.com e poi inserire il link come
commento all'esercitazione n.1 di Edmodo.com. Non c'è limite al testo da inserire, se
volete dilungarvi fatelo pure, grazie.

NOME: Monica

COGNOME: Simeoni

1) Qual è la cosa più creativa che hai mai compiuto in vita tua?
Non credo di riuscire a rispondere in maniera assoluta a questa domanda.
In molte occasioni ho sperimentato le possibilita’ di un approccio creativo verso le
cose, le persone, verso la quotidianita’.
Sicuramente ci sono stati degli eventi in particolare che mi hanno permesso di
capire meglio , che peso ha la creativita’ nella costruzione di una idea, un pensiero,
un immagine, un’azione…
Probabilmente l’esperimento che piu’ intensamente mi ha portato a riflettere
riguardo a cio’ e’ legato al teatro sociale.
Nel 2012/2013 ho partecipato a questo “esperimento sociale” che ha visto coinvolte
piu’di 40 persone di diversa nazionalita’ e con vissuti diversissimi, abitanti e/o
residenti di alcune delle periferie torinesi.
Partendo dalla narrazione delle storie di queste persone abbiamo iniziato una
avventura durata piu’di un anno che ci ha portati alla costruzione di un’opera finale
che fosse in grado di raccontare, le storie e le aspettative di un territorio ma anche
di una condizione umana.
Ho trovato stupefacente l’energia con la quale spesso alcune idee venivano fuori
dal dialogo tra persone cosi’ diverse tra loro ma ancora piu’stupefacente, ho trovato
la trasformazione risultante dall’incontro di queste idee.
Questo processo ha innescato un percorso positivo che ci ha permesso di guardare
alla costruzione di qualcosa che andava ben oltre la performance teatrale.
Abbiamo creato un lavoro che e’stato frutto di un lavoro collettivo dove
l’immaginazione, la creativita’e le idee di ogniuno dei partecipanti sono state
assolutamente fondamentali per la comprensione di questa grande avventura.

2) Pensi di vivere la tua vita creativamente? Se sì, come?
Penso che a parte alcuni giorni “no”, cerco di impegnarmi nel guardare le cose con
prospettive sempre diverse e in maniera per lo piu’ divertente.
Credo sia fondamentale mantenere un atteggiamento di “apertura” verso tutto cio’
che ci circonda.
L’ immaginazione poi, e’ lo strumento piu’ potente che io conosca.
Per l’immaginazione non c’e’ niente di impossibile e questo e’ assolutamente
“powerfull”. Credo poi, sia fondamentale fare un mix di informazioni diverse, fare
una full immersion di esperienze diverse,teatro musica,danza, arrampicata.
Leggere di tutto, guardare di tutto da Lino Banfi a Quarto Potere, vedere mostre su
mostre, parlare con le “le vecchie croste” dei mercatini delle pulci e poi ovviamente
avere passione per qualcosa e approfondirne la conoscenza…perche’ tutte queste

conoscenze, tutto questo vissuto e’ nutrimento per l’immaginazione e stimolo per la
creativita’ che a sua volte mescola tutto insieme come un gran minestrone creando
delle associazioni di idee “paurose” e che spesso sono fondamentali per la
creazione di una idea o un concetto base.

3) Pensi che la creatività possa migliorare la tua vita? Perchè?
Assolutamente si .
E’ la migliore giustificazione per potersi fermare a guardare il mondo piu’da vicino.
“creativita’”vuol dire tante cose e ovviamente ogniuno di noi e’ in grado di darne una
declinazione tutta personale.
Credo sia necessario “ricalcolare” ogni giorno il proprio percorso aggiungendo
nuove possibilita’, nella vita quotidiana cosi’ come a lavoro.
Sforzarsi di pensare non convenzionalmente, creare occasioni, pretesti per fare
cose nuove, e poi ovviamente divertirsi facendolo!

4) C'è una differenza tra arte e creatività? Come vedi questa differenza?
Credo che la Creativita’ sia il motore, lo strumento che ci permette di immaginare o
reimmaginare la realta’, partendo dallo spazio nel quale siamo immersi, creando
associazioni di idee, innescando processi che indirizzano la nostra attenzione verso
un concetto al quale ci affezioniamo, che approfondiamo e che facendo leva sulle
nostre passioni ci permetta di creare con esso un legame cosi’ profondo, cosi’
intimo da trasformarlo in qualcosa di “altro”.
Qualcosa capace di avere una storia da raccontare, capace di brillare da solo,
capace di essere Arte.

5) Vuoi aggiungere qualcosa a questa riflessione?
C’e’ una frase di Arthur Koestler che mi ha sempre divertita molto : “ La creativita’ e’
l’arte di sommare 2 e 2 ottenendo 5” …Bisognerebbe leggerla tutte le mattine prima
di uscire di casa.

6) C'è qualcosa che ti piacerebbe fosse migliorato in questo corso?
Fino ad ora non credo di potermi lamentare di nulla.
Questi ultimi progetti che ci assegnato per Natale sono stati divertenti, quindi…no ,
direi che non c’e’ nulla che non va.
Tenendo in considerazione la mia ansia pregressa verso la sua materia data dalla
mia totale incompetenza con i mezzi informatici…mi sto divertendo davvero con sti
programmini e anche se qualche volta mi “ tocca” spararmi ore di video tutorial su
youtube per creare un “dialogo” con InDesign…il tutto risulta ancora divertente.
Prof. Poi lei e’ simpatico e il materiale che mostra a lezione e’stimolante, quindi
direi che le premesse sono ottime.


TGS-BN-Domande2016-2017.pdf - page 1/2
TGS-BN-Domande2016-2017.pdf - page 2/2

Related documents


tgs bn domande2016 2017
dichter
2005n1
controlla il tuo dialogo interiore neville goddard
alice massini ege tn
ideologia gay


Related keywords