PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



Edoardo Audino esercitazione Pasquini .pdf



Original filename: Edoardo Audino esercitazione Pasquini.pdf

This PDF 1.4 document has been generated by Adobe InDesign CC 2017 (Windows) / Adobe PDF Library 15.0, and has been sent on pdf-archive.com on 08/01/2017 at 22:15, from IP address 151.32.x.x. The current document download page has been viewed 215 times.
File size: 8.6 MB (5 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


Spie
GARDEN

NEW COMMUNITY

WATCHMEN

NASCITA DEL
SUPEREROE
MODERNO

C

on la pubblicazione, nel 1986, della graphic
novel “Watchmen”, scritta da Alan Moore e disegnata da Dave Gibbons, il mondo dei supereroi
prende una piega totalmente diversa rispetto a
com’era visto fino a quel momento. L’opera è pubblicata
dalla DC Comics, che già possedeva i diritti di personaggi come Batman o Superman, ma sicuramente l’obiettivo
non è più quello di esaltare i giovani o far divertire anche
i lettori più adulti, bensì di far pensare. I toni sono cupi
e sono presenti lotte ideologiche, politica, cruda violenza, sesso e tutto ciò che non ci si aspetterebbe mai di
trovare in una storia di supereroi. Non esiste più il mito
dell’eroe americano durante la guerra o il supereroe
vicino al popolo. Gli eroi non sono certo delle persone
incorruttibili, ma anzi, piede di difetti e vizi. Nel fumetto di
Moore i personaggi hanno sfaccettature profonde, che si
avvicinano alle caratteristiche di alcuni personaggi della
letteratura e della filosofia.
In “Watchmen” siamo in un 1985 alternativo. Durante la
Guerra Fredda, il popolo vive nel terrore, e gli eroi in maschera americani (riunito in un gruppo chiamato appunto
Watchmen, i Guardiani) non sono visti come paladini
della giustizia, ma come vigilanti che agiscono al di fuori
della legge, che non fanno altro che spaventare ulteriormente la gente. Edoardo Audino

Illustrazione
realizzata da
Edoardo
Audino del
personaggio
del Dottor
Manhattan.
Disegno
digitale.

Alucini personaggi si pongono al
di sopra del popolo, anche se in
maniere differenti. Emblematica la
figura del Dottor Manhattan, forse
il personaggio più interessante
dell’opera. E’ uno dei personaggi
che più prevale sulle persone che
si propone di proteggere e che ha
uno degli sviluppi più interessanti.
Egli è l’unico supereroe del racconto ad essere il classico “super
umano” con superpoteri. Ciò che
però è più importante nel personaggio è la sua visione del mondo.
Il Dottor Manhattan supera il
nichilismo Nietzcheano, accetta
l’eterno ritorno e si avvicina ad
alcune caratteristiche del “superuomo”. Nell’illustrazione realizzata da
Edoardo Audino vediamo infatti il
personaggio stringere il “serpente
dell’eterno ritorno.

DESTINY
BECOME

LEGEND

Il l avoro pi ù creati vo di Edoardo A udi no

I

l lavoro più creativo da me realizzato è probabilmente un fumetto disgnaato nel 2014. Quello stesso anno la “Bungie”, casa produttrice di
videogiochi, sviluppò il videogioco fantascientifico
“Destiny”. In seguito all’uscita del videogioco, la
rivista online Multiplayer.it pubblicò un bando di concorso, dal nome “Destiny: Become Legend”.
Era richiesta la realizzazione di un lavoro da parte di
uno o più creativi che riguardasse appunto il videogioco in questione. Insieme al mio “collega”, Alessandro
Cutuli, che si è occupato della sceneggiatura, disegnai
il nostro lavoro. Si trattava di un fumetto di sei pagine,
ispirato ovviamente all’universo del gioco.
All’interno di esso, dopo una pagina a colori che ci introduce all’universo di Destiny, compaiono i protagonisti.
Tre guerrieri, chiamati “Guardiani”, di tre razze diverse,
ma unite per combattere contro l’oscurità.
Il grande nemico da sconfiggere in Destiny,
infatti, è proprio questa “Oscurità”, della quale
fanno parte alcune mostruose razze aliene.
Razze tutte ispirate, nonostante si tratti di
un’ambientazione fantascientifica, a creature
tradizionalmente appartenenti al mondo fantasy. Da una parte ci sono Umani, Insonni ed
Exo, mentre dall’altra Caduti, Vex o Corrotti.
Nel fumetto ci sono appunto due enormi
schieramenti, dei quali fanno parte le varie
razze. Essi sono pronti a scontrarsi per il Sistema Solare. A decidere chi vincerà, però, è
il giocatore, come scopriamo infatti nell’ultima
pagina del fumetto. La redazione, visionati i
lavori di tutti i partecipanti, ha deciso infine di
premiarci con il primo premio del concorso.
Non so dire con certezza se sia stato il lavoro
più creativo, ma sicuramente è stato uno dei
lavori che mi ha dato più soddisfazione.

I tre protagonisti del
fumetto,
disegnati
da Edoardo
Audino.

L’ELMO
DEL LUPO
Il lavoro più creativo di
Dario Capello

D

ario Capello, studente di scultura, ha
sempre avuto la passione del make-up
cinematografico e del prop-making. Si
parla quindi della creazione di oggetti,
utilizzati in film e telefilm. Cercando
di unire l’immagine del lupo, molto apprezzata
anche in epoca moderna, a quella percepita nella
cultura normanna, dopo alcune ricerche sulla
mitologia ad esso legata, Dario ha cercato di
ricreare questa figura in forma di “elmo”. L’idea
era di attribuirgli anche una possibile valenza
fantastica. Si immagina che Fenrir, il leggendario
drago della mitologia nordica, per vendicarsi
della propria prigionia, abbia generato questo
lupo che avrebbe portato il caos tra gli uomini.
Essendo troppo debole però, un fabbro mitologico avrebbe successivamente forgiato questo elmo
utilizzando l’anima del lupo. Nascerebbe così
questo artefatto leggendario.
L’elmo non è realmente in metallo, ovviamente.
E’ stato modellato in creta, successivamente si è
realizzato in calco in silicone, per poi stamparlo in resina. L’oggetto scolpito in resina è stato
dipinto come se fosse un ferro molto grezzo. L’artefatto è stato realizzato con l’obiettivo di essere
indossato da una modella, per poi creare un vero
e proprio personaggio. Una ragazza vichinga con
lo spirito del lupo. Edoardo Audino

foto FRANCESCO PISTILLI

TEST
.......................

DISEGNI IN PUNTA DI SMARTPEN
Una biro e un taccuino speciali, e tutto quello che scrivi sul foglio di carta si trasferisce sullo schermo del tablet:
li abbiamo fatti testare a uno dei più giovani e talentuosi illustratori di Wired - di Riccardo Meggiato

Lent, solor andanih itioremquis
sum faccum aut aut quia quaspidel eum atur accullique voluptaquam, aut re verumquis eos arum
net ut ommodia pelesciae aborro
volut quo veritaspedi con perissequam faceristem que es et lit odit
que dolupta tectem di dem essinct
oreceaquos moloresed ma nit que
volo coreptatis sin natemque percia
sitati officillis eiunt maionsequoSoluptam volor re ratio des magnam,
veligen dantia nus dit, quat.
Epudipitis ad quia sam fugit as vel
Ebit, sumqui dolum ernate sit inist
labor am facculpa sedigni officatem
conem volestiaeria corio quae demque nusam quunt ipsaperio tem inverum harum list, sequi aute num
quis magnihil endigna tenesequundi optas ressit ini offici dolo iditatibus ut qui dolumentur?
Ed maionsequi doluptu scipsap iendita esendictiasi cus et ut dolorepudi is vidunt, nis vit que venis voles
excerit el inum, etur aut landiscidel
eations erianditae volore estium
faccum quiamet que nossequ iderum et il mi, nobis porepel lacerem
eiunt maximillit hillit autecatent fugia sunt. Luptatem rerrunte sum raeceperit ra cus quid ut mi, aut apel
eos voluptur soloritiur? Quia pra que minus, sed quam et ut escimag niscia nem
eum de ommoluptas estios isciasp erovidero magnim quiam, sandigent mi, comnimolest mod eatur, suntisquam autem nobit eicia num doles veliam, cum voluptatum dolum audam aut voluptu samet, explabo. Ur acepeliqui coreperum quodit
quam laborector maximpor sitas ditatempor sum qui debitaquaspe aut ut fugiani
hiciendendam essimus ventia denissum, sandion sentores estor sequiss eceptatqui
sitaspicia pedit laut voluptatur andae nitat essed quis nobitaturiti quatemosto
temquam aligend ellitibusa cus.
Modiciandunt enites sum ipit volorumquias et quo videst, que volorro coriate
omnimol oratiur?
Unte liciis suntiunt enitam quae ipientotate pedit quiatecus.
......................
114

LIVESCRIBE 3 SMARTPEN
TIPO: smartpen
PROCESSORE: ARM 9
VIDEOCAMERA: IR
MISURE: 15 x 162 mm
PESO: 34 grammi
CARTUCCE: inchiostro, a sfera
CONNESSIONE: bluetooth
COMPATIBILITÀ: solo Apple (da iOS 7)
PREZZO: da 150 + 30 ( taccuino )

IL NOSTRO TESTER

At as dolo cus. Adi unto tem
aliquia di cora corepudam il ipis
enimusa vit la corem qui volorit
exerum faceatis esectias evelest
ut aped mo deribus arumquist
renimus maximet quid modigent
uAgnimus commo exernatios
WIRED NOV 2014


Related documents


edoardo audino esercitazione pasquini
cristina medina tgs bn
farmerama
guida alla lynn
nine gdr
delos science fiction 182


Related keywords