15:08:17 .pdf

File information


Original filename: 15:08:17.pdf
Title: 15/08/17

This PDF 1.3 document has been generated by TextEdit / Mac OS X 10.9.5 Quartz PDFContext, and has been sent on pdf-archive.com on 18/08/2017 at 15:28, from IP address 5.90.x.x. The current document download page has been viewed 260 times.
File size: 72 KB (4 pages).
Privacy: public file


Download original PDF file


15:08:17.pdf (PDF, 72 KB)


Share on social networks



Link to this file download page



Document preview


22:06 Vivian [ACC_HF] Sono giorni che la calda mano dello scirocco s’abbatte sul mondo
conosciuto, portando con se caldo e umidità, rendendo l’aria pesante. lei se ne sta
semplicemente seduta sulla sua solita vecchia quanto logora sedia, sita poco fuori dalla
tenda maggiore che trionfa al centro del piccolo accampamento che sorge fra molo
Ovest e Faro. porta indosso il suo immancabile completo da combattimento composto da
corpetto composito, sue spade che riposano nelle rispettive guaine, scudo medio e
rotondo posato contro la tenda ed elmo alato che lei ha precedentemente posato su una
sedia nelle vicinanze.
22:09 Fokuz [Porto] Non è appariscente come altre volte. Almeno nei vestiti. Una
maglia bianca con le maniche arrotolate, sopra i gomiti e un pantalone, di cotone, color
nocciola. Ai piedi, delle scarpe, con suola in cuoio e tomaia in stoffa. Sono i capelli a
essere particolari. Rasatura molto alta, fino a sopra le tempie. Quell'isola di capelli che
rimane, sono lunghi e legati in un codino che forma una U, con la punta rivolta verso la
nuca. Una seconda rasatura, a zero, disegna sulle tempie una G, per lato. Attorno alle
lettere, altri disegni, che circondano in modo confuso la lettera e sono sfere, con
all'interno una curvetta. Uno sguardo in direzione della bettola, mentre si lascia alle
spalle quello che è la parte dei magazzini e si avvia al molo.
22:11 Iron [ACC_HF] esce con passo lento, molto stanco dalla propria tenda. Il Drow
come di consueto indossa un'armatura completa in cuoio che ne ricopre tutto il corpo,
mentre robusti stivali ornano gli arti inferiori. Intorno alla vita del Drow si stringe una
cintura d'arme con due Falcioni Drowish ambo i fianchi, una frusta sul lato destro, ed un
paio di manette sul lato sinistro. Un'altra cintura è posta a tracolla sull'addome del
Drow, con infilati 3 Pugnali da lancio, mentre intorno alla gamba destra si stringe una
fondina cosciale con un coltello da guerra al suo interno. I lunghi capelli del Drow sono
elegantemente legati dietro la schiena da non creare impaccio, i lati e la nuca
completamente rasati, sul volto del Drow invece è possibile notare un piercing al setto
nasale, diversi pendenti ornano il collo del Drow, mentre altrettanti anelli ne ornano le
dita
22:15 Vivian [ACC_HF] <la Nørron posa le braccia sugli appositi sostegni di questa
povera sedia che a malapena si tiene unita e che scricchiola ad ogni suo movimento,
minacciando di spezzarsi da un momento all’altro. Imperturbabile e con occhi arrossati,
lascia che il caldo le muova la lunghissima quanto bionda e liscia chioma, rendendola
come animata. Visibilmente stanca, pianta l’azzurro sguardo sul Piazzal Grande del
Porto, coprendo uno sbadiglio con la mano destra.
22:20 Fokuz [Porto] Vede l'accampamento e distende le labbra, lasciando quell'aria
dispersa e malinconica di poco prima "Cioè con tutti i posti possibili, proprio qua." Poco
dopo usa un tono basso e sbuffa, ma solleva le spalle. "Anzi ho già una bella domanda
da fare". E parlando parlando arriva proprio ai bordi dell'accampamento, dove si ferma.
22:21 Syrial [Magazzini/Sella] fa la sua apparizione in sella al cammello della Battriana,
che conduce all'AMBIO MODERATO presso la via che dai magazzini conduce al faro.
Indossa l'armatura completa: elmo con visiera sollevata sopra la calotta, gorgiera,
corazza con maniche, pettorina, cintura d'armi con scarselle, vambraci, guanti d'arme,
gambali e scarpe d'arme. La cavalcatura è similmente corazzata da barda e testiera,
scaglie in acciaio e bronzo su base di feltro. La destra regge a mezz'asta la lancia
pesante da cavaliere lunga oltre 3 m puntandola obliqua verso il basso, la sinistra tiene
le redini. Mazza d'arme e daga a rondelle pendono dal fianco destro, lo scudo metallico
medio e i due giavellotti sono portati a tracolla, alto e bassi. Busto dritto, gambe
semidistese, polpacci che premono dietro il sottopancia, piedi nelle staffe con punte
alzate e calcagni vicini alle cinghie. Avanza.
22:22 Iron [ACC_HF] <Una volta fuori dalla Tenda arresta il passo guardando verso il

cielo> Siano ringraziate le tenebre..< scuote la testa, andando ora a stirare le braccia
verso l'alto> Non ci sto dentro.. < sgrana gli occhi, quasi fosse sotto effetto di qualche
sostanza.. mentre riprende a camminare, verso la posizione di Vivian che nota muoversi
> Aere Mia Regina < un cenno di capo verso la bionda guerriera, mentre una volta
raggiunta la posizione della donna, va a lasciarsi cadere su una delle sedie adiacenti a
quella di Vivian.. peso morto> Sto invecchiando < un lungo sospiro> Come state?
<domanda infine verso Vivian, mentre nel frattempo le puntute captano diversi suoni
provocati da Fokuz>
22:26 Vivian [ACC_HF] <L’azzurro sguardo della Giovane Ragazza carezza la Chiglia di
una Lontana nave ormeggiata, caratterizzata da splendide vele terzolate, bianche come
neve appena caduta dai cieli. Passa poi ad un altra nave più piccola dallo scafo lungo e
ricurvo a Prua. Sembra curiosa la ragazza che ora porta la mano destra a prender
l’amuleto a forma di Martello che porta al Collo e inizia a giocherellarci, senza mai

spostar l’attenzione dalla quella Nave con quell’insolita Prua… ma poi arriva Iron e il di lei
viso si distende in un sorriso sincero. ad egli parla dopo che s’è accomodato> Aere a voi
mio Spettro. <TENTANDO di posar la mano destra sulla di lui spalla sinistra> Io sto
abbastanza bene e Voi? <domanda, facendosi attenta, analizzando il Drow da capo a
piedi, manco fosse una cerusica che sta per Operare un paziente>
22:31 Fokuz [Porto] <incappato nelle due guardie, socchiude gli occhi, incrocia le
braccia tra petto e addome e solleva le spalle> Eh! Aere. Si lo so che possono dirlo tutti.
Ma <scuote il capo> E meno male che non il cappello, se no. <solleva il mento>
Possibile che le guardie siano tutte... <guarda oltre le due guardie e pare riconosca
Vivian> Oh! <allunga il braccio destro> La regina, andate a chiedere a lei, chi sono. <poi
urla> No! State qui, che siete di guardia e non si lascia il posto di guardia sguarnito.
Terza regola militare, del codice militaresco. Voi militate no? E lo meritate?
22:32 Syrial [ACC_HF/Sella] seguita ad avvicinarsi al molo, per poi svoltare verso
l'accampamento. La visiera sollevata ne lascia scoperto il volto, la cui metà inferiore è
coperta da un'impressionante giungla di peli ispidi e arancioni, fronte e guance sono
tinte col sangue e una riga di verde malachite taglia in due la faccia all'altezza degli
occhi, grigi come il piombo e puntati verso le tende. All'inizio del primo tempo
dell'AMBIO stringe la presa sulle redini e arretra coi calcagni, imponendo al cammello di
rallentare gradualmente; infine, raggiunto l'ingresso dell'accampamento, alza le redini
nella sinistra e sposta il peso verso il posteriore della sella. Il cammello si impenna con
un lugubre bramito, sollevandosi sulle zampe anteriori e scalciando per aria prima di
atterrare. Un urlo forte e roco, simile a un ruggito, prende vita dalle labbra dell'uomo.
<KHWARE'!> - <¶ Sorella! ¶>
22:35 Iron [ACC_HF] < Vivian appoggia tranquillamente la sua mano sulla spalla del

Drow, alza lo sguardo verso di lei cercandone gli occhi glaciali con quelli rosso sangue>
Stanco mia cara.. ma si procede con tutto ciò che abbiamo in ballo < Sentenzia verso la
donna.. fin quando non è il ruggito di Syrial ad attirarlo, socchiude leggermente le iridi>
Oh... cosa ci fa qui sbiascione? <domanda inarcando il sopracciglio destro verso Vivian>
Quella voce.. era dai tempi di Doralia che non la sentivo < un lungo sospiro, mentre va a
voltarsi verso la direzione di Fokuz, odendone il dire con le guardie>
22:39 Vivian [ACC_HF] <Una Lunghissima ciocca di capelli afferra mentre posa la
schiena contro l’apposito sostegno della povera sedia che già urla il suo malcontento,
tramite sinistri scricchiolii ai quali lei non bada. Per poi spalancare gli azzurri occhi verso
il vicino VARCO e scoppiare in una fragorosa risata che le par uscir dal cuore. Diventa
rossa in viso e, con la voce rotta dal Riso, dice>Aere Fokuz! Venite e accomodatevi con
Noi <ammiccando verso una delle tante sedie vicine. Sussurra a Iron, ridente> Attento;
mio fratello è una Gloria ed io non credo sia felice di venir chiamato Biascicone <così
pianta l’azzurro sguardo sul GOLEM e, senza mai smettere di sorridere, l’accoglie> Aere
Fratello Mio! Avvicinatevi <con tono affettuoso, lo osserva, divenendo fiera in viso>
22:45 Fokuz [Porto] <Indica se stesso, poi Vivian, alle guardie>Ecco, visto? sono
Giullo Fokuz, ricordatelo <passa in mezzo alle guardie, usando le mani come cuneo,
sorridendo e inarcando la schiena. Si volta a fissare Syrial, poi torna a Vivian e Iron, che
guarda poco dopo> Quanto tempo è passato Regina? <alza il mento e morde il labbro
inferiore> Ogni tanto ho cercato i fratelli ma... <si guarda intorno> Ma se è territorio dei
Mercenari, perchè ci siamo noi o meglio <fa una pausa> Voi qui? O comunque i Fjorden?
Si parte, per caso?
22:46 Syrial [ACC_HF/Sella] <E niente, per adesso il buon Golem se ne sta fuori dal
campo, baldanzosamente in sella alla sua cavalcatura e con gli occhi spalancati che
passano in rassegna gli ingressi delle tende fino a posarsi sulla figura di Vivian e su
quella di Iron accanto a lei. Le narici si allargano e fuoriesce da esse un sonoro sbuffo di
aria calda, mentre i polpacci si serrano di nuovo attorno ai fianche del cammello, stavolta
all'altezza del sottopancia, invogliando la bestia a prendere il PASSO verso Vivian e Iron.
A proposito di Iron, Golem lo fulmina con lo sguardo prima di tornare rapidamente a
cercare di incrociare quello di Vivian>Å* I miei omaggi, Sorella. Lui cosa ci fa qui? Å* <si
esprime in Aswarik, un misto semplificato tra le lingue del suo popolo e i dialetti parlati
dai Vingen. Il tono tuttavia non è marcatamente ostile; più che altro neutro>>
22:51 Iron [ACC_HF] < Rimane seduto alternando lo sguardo su Fokuz e Syrial, un
sorriso compare su quel volto sfregiato, ascolta il dire di Vivian> Tranquilla mia cara..
conosco bene vostro fratello < accentua il sorriso rispondendo a lei, tornando a guardare
Syrial sorridente> Sempre accompagnato dal suo fidato cammello < trattiene una risata,

ora allarga le braccia> Mio amore.. < cosi enuncia verso Syrial> Da quanto tempo è che
non vi vedo...credo l'ultima volta a Doralia < si morde il labbro inferiore, ne ascolta il
dire in quella lingua strana> Ecco che iniziano con le lingue strambe < sospira, tornando
poi su Fokuz> I Mercenari? Ma non fatemi ridere.. non esistono più < termina dunque
continuando a guardare i presenti>
22:55 Vivian [ACC_HF] <L’attenzione della Giovane è su Fokuz. Lo osserva con
curiosità mista ad aspettativa e ad egli risponde> Perché sono brutta e cattiva quindi ho
fatto arrabbiare l’armata ducale e mi sono presa questa fetta di porto, anche perché mio
fratello ha un Cammello, ovviamente <ridendo come una pazza alle proprie parole.
Aggiunge, gentile> Siate il Benvenuto Fokuz. sebbene abbia detto la verità, questa è la
nostra seconda sede. <ma poi diventa seria d’un colpo e a Syrial risponde, parlando in
ASWARIK, alzandosi dalla sedia, andando incontro al fratello>**Egli ha già dimostrato il
suo Valore, Mio potente Fratello. Confido in Lui.** <ora su iron> AH non esistono più?
<sincera> mi sarebbero serviti per una cosa… <fa spallucce e torna a guardare il
Fratello> una cosa carina... <serissima>... molto carina...
22:57 Fokuz [Porto] A no? <fissa Iron> Siete armamentato tale e quale a una
mercenaria che <rigonfia la guancia destra> L'avete rubata, uccisa, imprigionata e prese
le sue armi? <la mano destra ha il palmo rivolto verso il terreno, perpendicolare allo
stesso> Una biondina, alta <guarda la mano> Beh alta. Secondo me era alta, ma si è
abbassata. Cicatrice di guerra. <torna a fissare Syrial poco dopo, per come parla. Si
avvicina a Vivian>Io parlo troppo e non mi si capisce, ma a volte ho concorrenti spietati
eh! <indica col capo Syrial, mentre sceglie una delle sedie, per sedersi. Torna su Iron>
Davvero i mercenari... potremmo prenderci la Draconiera allora. <sgrana gli occhi alle
parole di Vivian> Brutta e cattiva. Il titolo di un bel poema. <non si siede poi. Fa silenzio
per pochi secondi> E fu così che Vivian, la bella regina, divenne cattiva e brutta e mise a
ferro e fuoco l'armata e i ducali...
23:04 Syrial [ACC_HF/Sella] <Si volta brevemente verso Fokuz quando questi fa la
sua comparsa, per salutarlo con un silenzioso cenno del capo prima di tornare a fissare
Vivian>Å* Il valore non gli manca, Sorella Mia, e questo posso confermarlo
personalmente; è il senno a mancargli. Ma se sta bene a Voi, starà bene anche a me *Å.
<Replica a Vivian sempre in lingua Aswarik, poi un sorriso feroce rivolto al buon Iron
rompe temporaneamente la monotonia espressiva dell'uomo, scoprendone la dentatura
bianchissima in mezzo a quella foresta di peluria che copre la metà inferiore del viso fino
allo sterno. Gli occhi grigi, spalancati, stavolta puntano il drow> Continuate a fare lo
spiritoso ud farò de voje scibo per mia ghavalcatura. Còssa ghà sarebbe parecchjo
seccante, visto ghà dovreje perdere tempo a dissanguarve come maiale. <Una risata
roca, più allegra che minacciosa, segue quelle parole>
23:07 Vivian [ACC_HF] <osserva Fokuz, facendosi tronfia in viso, scherzando> ora
ditemi voi se noi civili possiamo stare tranquilli, senza che le forze ducali ci proteggano.
questo posto è lasciato al degrado e noi residenti non ne possiamo più. <indicando le
tende> Uno, l’altro giorno, stava rubando il cammello di mio fratello e un altro stava
prendendo le verdure del Peppe! dove sono le istituzioni? siamo abbandonati a noi stessi!
La Gente ha Paura! <Ora seria> ci si prepara per combattere Honorius, Fokuz.
<Glissando su Syrial, rispondendo in DOSKN>*Abbiate Fede, mio potente Fratello.
Scendete da Raksaka e abbracciatemi*<Ora su Iron>Siete mai stato in uno
Sbjoldveggen!?(Muro di Scudi). o combattuto in campo aperto, macellando il nemico con
una foga tale da disossarlo senza nemmeno accorgervene? <poi su Fokuz> e Voi mio
fiero Giullo? <decisa> Muoio dalla voglia di Massacrare e Sbudellare i Nemici!
23:11 Iron [ACC_HF] < Alterna lo sguardo fra i presenti, ignora ormai le frasi in linghe
strambe. Su Vivian> Mah io non li ho mai più visti, magari qualcuno c'è ancora in giro..
ma non hanno più la fama e la potenza di una volta <Spiega alla donna.. poi attirato
dalle parole di Fokuz, lo guarda di storto> Vi ho già visto.. non ricordo dove < assume
un'espressione perplessa in volto> Comunque si qualche arma di quelle che ho addosso,
è stata rubata a qualche mia vittima < Poi finalmente è la voce di Syrial che lo attira>
Lieto che vi ricordiate di me, mio caro < sorride verso l'uomo> Suvvia non avreste mai il
coraggio di uccidermi.. in fondo mi amate.. lo sapete pure voi < gli soffia un bacio, poi n
uovamente su Vivian> Uhm.. uno Sblonisodn? < assume un'espressione perplessa in
volto> Ne ho fatte di guerre..parecchie, ucciso.. può confermarlo < indica Syrial>
23:15 Fokuz [Porto] <alza le mani alle parole di Vivian> Io? Io vi ho visto sempre

combattere. E se non vi ho visto, era perchè non potevate combattere, in quanto il
nemico era fuggito per paura <Guarda ancora incuriosito Syrial poi con la destra che
rotea un pò> Se scendete da cavallo... ehm. Cammello, facciamo due lezioni di frasi e
parole corrette. Per il senso <scuote il capo> Io non posso promettere nulla. <Fissa poi
Iron e ciondola il capo a destra e sinistra alcune volte.> Mettetevi di profilo un attimo
<infine solleva le spalle> Forse in taverna, forse a Mot, alle nuove terre, al tempio di
themis o alle caverne? Magari mi avete solo sentito nominare. Però pure io ho la
sensazione di avervi già incrociato <infine torna su Vivian> Avevo un potere, ma non
funziona Regina. Un tempo nominavo Fixius e appariva, ora manco se lo urlo... Quindi
verrà Honorius in persona o manda sempre lo sciamano?
23:20 Syrial [ACC_HF/Sella] Scendere no. Ma posso fare en modo ghà voje me
possiate abbrasciàre. <Chiosa con un che di divertito in risposta a Vivian, per poi
abbassare la mano sinistra e ruotarne rapidamente il polso verso l'interno, mentre al
cammello indirizza un grido secco> Ghuz! <La bestia, non senza proteste "verbali",
piega dapprima le zampe anteriori, poi quelle posteriori, indinocchiandosi pancia a terra
con l'uomo ancora seduto sulla sella d'armi in mezzo alle gobbe. Ancora non sfila i piedi
dalle staffe. Prima si volta verso Iron, al quale risponde, neutro> Azu confermo. Per
essere sporco orecchjappunta, ve la cavate abbastanza bene con armi, anco se
combattete en modi diverso da gran parte de Vinsgén. Rétì...<Si volta verso Fokuz
stavolta. Il tono si fa neutro, la pronuncia fortemente accentata>...Guerrieri ud
Sascerdoti stanno su loro ghavalcature. Ud lingua de Granducato estì orrida.

[CRASH]


Document preview 15:08:17.pdf - page 1/4

Document preview 15:08:17.pdf - page 2/4
Document preview 15:08:17.pdf - page 3/4
Document preview 15:08:17.pdf - page 4/4

Related documents


15 08 17
golemyhusef
19 10 svein1
22 11
22 10a
25 10 glykeria

Link to this page


Permanent link

Use the permanent link to the download page to share your document on Facebook, Twitter, LinkedIn, or directly with a contact by e-Mail, Messenger, Whatsapp, Line..

Short link

Use the short link to share your document on Twitter or by text message (SMS)

HTML Code

Copy the following HTML code to share your document on a Website or Blog

QR Code

QR Code link to PDF file 15:08:17.pdf