PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



18 4 .pdf


Original filename: 18-4.pdf

This PDF 1.4 document has been sent on pdf-archive.com on 17/10/2012 at 10:33, from IP address 79.23.x.x. The current document download page has been viewed 692 times.
File size: 155 KB (1 page).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


18

Mercoledì 17 Ottobre 2012 Gazzetta del Sud

Sport
.

SERIE D IL PAREGGIO INTERNO CON IL PATERNÒ É STATO GIÀ ARCHIVIATO

L’Acr Messina riparte con fiducia
per recuperare il terreno perduto
Tra le priorità di Catalano il completo inserimento di Leon
Tanino Pellizzeri
MESSINA

I giallorossi si sono ritrovati ieri
pomeriggio per iniziare la preparazione settimanale in vista
del prossimo impegno di campionato, la trasferta a Palazzolo
Acreide. Appuntamento al Fagnani di Villafranca in un clima
di serenità, per una classifica
che sorride ancora, nonostante
i due pareggi consecutivi. La
parola d’ordine è tornare a conquistare i tre punti.
Il primo allenamento settimanale ha visto i giallorossi impegnati in allunghi in salita e
tanto pallone, con Corona e soci protagonisti di una partitella
a tutto campo. Ha lavorato a
parte, a scopo precauzionale,
Maiorano, per via di un affaticamento muscolare rimediato
nel match contro il Paternò; regolarmente in gruppo, invece,
Chiavaro, che ha riassorbito la
botta subita domenica scorsa, e
Maggioloti, che ha risolto del
tutto i problemi muscolari.
Il tecnico Gaetano Catalano
guarda avanti: l’obiettivo è migliorare la qualità del gioco, requisito imprenscindibile per aggirare le difese avversarie che,
quando affrontano l’Acr sono
sempre più ermetiche; adesso
che l’organico giallorosso è praticamente al completo, Catalano può dedicarsi a perfezionare
le varie possibilità tattiche che
la rosa di giocatori a sua dispo-

L’honduregno Leon deve trovare la migliore condizione atletica
sizione può offrire.
La novità più attesa dai tifosi
giallorossi domenica scorsa al
San Filippo era l’esordio casalingo di Julio Cesar Leon, il valore aggiunto nella formazione
allenata da Catalano. Le qualità
tecniche dell’honduregno non
hanno nulla a che vedere con
questa categoria, e Leon l’ha già
fatto intravedere domenica
scorsa: adesso non resta che attendere il miglioramento della
condizione fisica, l’affiatamento con i compagni e l’adattamento alla categoria.
Pur allenandosi regolarmen-

te con i compagni, infatti, il ritardo nelle procedure di tesseramento ha tenuto fermo Leon
per un mese e mezzo; di conseguenza, il fantasista honduregno, finora in campo un’ora a
Paola e 90’ contro il Comprensorio Normanno di Paternò,
non ha ancora il ritmo partita
nelle gambe, mentre, in più di
un’occasione sono parsi evidenti i limiti nell’affiatamento con i
compagni. Inoltre, Leon in queste due prime apparizioni ha
già avuto modo di sperimentare
le attenzioni particolari dei difensori di serie D e il clima di

una categoria che per il fantasista giallorosso è una novità assoluta.
Capitolo a parte la sua collocazione tattica. Contro il Comprensorio Normanno Catalano
lo ha schierato in posizione centrale, leggermente arretrato rispetto agli altri due attaccanti,
Corona e Croce; una soluzione
provata in allenamento durante la settimana per consentirgli
una maggiore libertà di movimento e da marcature e, di conseguenza, di entrare maggiormente nel vivo del gioco.
Durante i 90’ di domenica
scorsa, però, è accaduto proprio il contrario, perché il tecnico etneo, Pippo Strano, ha intasato gli spazi centrali, raddoppiando sistematicamente la
marcatura su Leon, che ha
quindi provato a cercare maggiori spazi sulla fascia. E proprio sull’esterno, nell’uno contro uno, l’honduregno ha dato il
meglio di sè, puntando, e puntualmente superando, l’avversario di turno con un repertorio
di dribbling che ha entusiasmato il pubblico del San Filippo.
Una collocazione tattica che
Catalano non mancherà di
sfruttare nel corso della stagione.
Oggi è in programma una
doppia seduta di allenamenti,
con la mattinata dedicata alla
palestra al San Filippo e, nel pomeriggio, parte tecnico-tattica
a Villafranca.

Il tecnico Rando dirige l’allenamento dei giallorossi

COPPA ITALIA OGGI AL CELESTE GARA DEI SEDICESIMI

Il Città di Messina punta
al bis vincente col Ragusa
Lillo Puglia
MESSINA

Ancora calcio giocato. A distanza di tre giorni dalla vittoria
dell’Aldo Campo, i giallorossi
affrontano nuovamente il Ragusa. Teatro di questa nuova
sfida sarà il mitico “Celeste” alle
15. Si gioca per i sedicesimi di
Coppa Italia. Una competizione
che non fa gola a nessuno se non
per una questione di prestigio e
per gli amanti delle statistiche.
La società ha sempre dichiarato, comunque, che tiene in
egual misura a tutte le competizioni ma è anche giusto e saggio
ritenere che oggi in campo non
vedremo lo stesso undici impiegato a Ragusa.
Il tecnico giallorosso Pasquale Rando, come giusto che sia,
darà spazio a quanti magari
hanno avuto meno possibilità
di mettersi in evidenza. Anche
se non vuol sentir parlare di
turn-over è naturale pensare
che il tecnico peloritano conce-

ECCELLENZA LE DUE FORMAZIONI STANNO VIVENDO MOMENTI DIAMETRALMENTE OPPOSTI

derà una giornata di relax a
quanti magari hanno accumulato maggior minutaggio. Anche perché domenica c’è il campionato ancora tra le mura amiche contro la Nissa.
La società per l’occasione ha
fissato il tagliando unico d’ingresso a cinque euro proprio
per invogliare il più possibile gli
sportivi messinesi a vedere la
partita. Sarà possibile acquistare i tagliandi presso la biglietteria dello stadio a partire dalle
14.
Ieri mattina, stravolgendo
tutti i programmi settimanali,
Rando ha fatto disputare la seduta di rifinitura, al termine
della quale ha convocato tutti i
giocatori disponibili. Due soli
gli assenti il difensore Carmelo
Viscuso che sta svolgendo lavoro differenziato per una distorsione alla caviglia e il giovane
portiere Ivan Mannino che pian
piano sta recuperando la condizione anche se per il completo
recupero bisognerà attendere

almeno altre due settimane.
Difficile ipotizzare la formazione che vedremo oggi in campo anche se, come detto, è facile
prevedere che verrà dato spazio
a quanti hanno meno minutaggio. Possibile anche una variazione sul modulo, potremmo
vedere un CdM schierato con
un inedito 4-4-2.
Tra i pali potrebbe tornare
l’esperto Di Dio per far riposare
Taranto, linea difensiva con
Dombrovoschi e Bombara sugli
esterni, Cammaroto e Munafò
centrali, linea di centrocampo
composta da Giannuzzi, Cucè,
Giardina e Citro se dovesse essere schierato, mentre in avanti
vedremo Buda, Mangano. Non
è escluso che Rando voglia premiare anche l’impegno del giovane Alessandro Bonamonte
(1995) mai utilizzato potrebbe
fare il suo esordio in una competizione riservata a formazione di Serie D. Dirigerà il signor
Alessandro D’Annibale della sezione di Marsala.

DOMENICA AL “D’ALCONTRES”

Il Due Torri vola alto, l’Orlandina cerca riscatto Nuova Igea si prepara
Salvatore Accordino

Walter Mangano

PIRAINO

CAPO D’ORLANDO

Terza posizione alle spalle di
Vittoria e Modica a due lunghezze dalla vetta e prima delle
messinesi, il Due Torri si conferma formazione di rango, dal
grande carattere e con una spiccata personalità, e torna al successo in maniera netta e convincente, “annientando” l’Aci S.
Antonio. Un successo, dopo alcuni pareggi consecutivi, che
hanno rilanciato le quotazioni
dei biancorossi che hanno confermato di possedere le giuste
potenzialità per lottare costantemente per obiettivi importanti, come accade, ormai, da alcune stagioni.
Intanto, Librizzi e compagni
hanno ripreso ieri la preparazione e oggi affrontano in un test amichevole la Santangiolese,
considerato che il prossimo impegno è previsto sabato, in anticipo, sul campo dell’Atletico
Gela, formazione dura e ostica
che intende risalire la china in

La sconfitta di Modica contro una
delle pretendenti al salto di categoria non scalfisce il morale dei
giocatori dell’Orlandina e, tampoco, del loro allenatore Peppe
Raffaele che sottolinea quanto di
buono i paladini hanno fatto vedere nella trasferta iblea: «Contro
un avversario di livello abbiamo
dimostrato di essere in costante
crescita e la battuta d’arresto, peraltro di stretta misura, non ci
rende giustizia. Infatti – soggiunge il tecnico – avremmo meritato
quantomeno il pareggio per il gioco espresso sia in fase propositiva
che di copertura. Siamo mancati
solo nelle finalizzazioni, vuoi per
l’imprecisione degli attaccanti,
vuoi per la sfortuna».
Raffaele è convinto che la sua
squadra sia sulla strada giusta per
un campionato di vertice e si attende una conferma nel derby di
domenica al “Micale”: «Sono sicuro che contro il Mazzarrà i ragazzi
forniranno un’altra prestazione

L’esperto difensore pirainese Librizzi
classifica. Senza Saggio, Guido
e Raveduto, saranno apportate
modifiche allo schieramento ed
essendo Gela una trasferta insidiosa servirà qualche elemento
d’esperienza in più in campo,
per cui, è quasi scontato il rientro del prezioso Lombardo nel
reparto arretrato. A Gela, il Due
Torri non fa mistero di puntare
al massimo e l’eventuale conquista dell’intera posta aprirebbe “prospettive” davvero inte-

ressanti per i pirainesi che sono
in attesa dell’esito anche del ricorso presentato alla Disciplinare per la gara persa a tavolino
col Taormina.
Di sicuro, il Due Torri sta attraversando un momento felice
sul piano del gioco e dei risultati. Il morale è alto, anche la tifoseria crede sempre di più nel valore di questa squadra che ha
avuto un inizio di stagione decisamente brillante.

DILETTANTI OGGI ANCHE IL RECUPERO IN PRIMA CATEGORIA NIZZA-MESSANA

Il ritorno del 1. turno di Coppa Trinacria
PATTI. La Lega Sicula ha reso

noto ieri sera che la gara Misterbianco-Tiger Brolo, per il girone
B del torneo di Eccellenza, che
era in programma sabato prossimo, è stata posticipata a domenica 21 sul neutro “Bonaiuto
Somma” di Mascalucia. La
Commissione Disciplinare ha
respinto il reclamo dell’Enna
per la gara persa a tavolino per
0-3 contro il Real Giarre, mentre, in Seconda Categoria (girone E), la Giovanile Rometta giocherà, da adesso, nelle giornate
del sabato le gare casalinghe.
Stabilito anche che l’inizio delle

WhmsAZr1dkp9u2gJnS8RX0tm/eYP9hr+RPGoRaU+V1w=

gare ufficiali di tutti i campionati sarà alle ore 14,30 a partire
dal 31 Ottobre nel turno infrasettimanale (domenica 28, lo ricordiamo, non si giocherà per le
elezioni del rinnovo dell’Assemblea Regionale Siciliana). Intanto, oggi scendono in campo
diverse squadre messinesi di
Prima e Seconda Categoria. Vediamo il programma completo.
Prima Categoria: si recupera oggi pomeriggio (15,30) per
il girone D, la gara Nizza-Messana dello scorso 7 ottobre,
match che fu sospeso al 45’
dall’arbitro Patanè di Acireale

che accusò un improvviso malore. Fortunatamente, poi, il direttore di gara etneo si è ripreso, ma, l’incontro fu definitivamente sospeso. Oggi il recupero.
Coppa Trinacria: si giocano
oggi le gare di ritorno del primo
turno di questa manifestazione
riservata alle compagini di Seconda Categoria. Questo il programma degli incontri, con tra
parentesi, i risultati scaturiti
all’andata:
Montagnareale-Gioiosa (1-1), Fondachelli-Novara (0-0), Acquaficara-Meri (2-1), S. Alessio-Con-

tesse (5-1), Ucriese-Tortorici
(0-1), Sporting Club Giardini-Letojanni (0-0), mentre, per
il triangolare numero 4 si gioca
oggi Rometta Marea-Venetico.
Tra gli squalificati, dovranno rimanere fermi oggi Marino (Letojanni) e Cubito (Sporting
Club Giardini). Si tratta di incontri quasi tutti equilibrati,
tranne quello di S. Alessio, dove
la formazione di casa, dopo il
netto successo colto all’andata,
ha, ovviamente, già ipotecato
ampiamente il passaggio del
turno.
Difese Ermetiche: Mistretta

all’impegantiva sfida
con la capolista Vittoria
Franco Miano
BARCELLONA

Il tecnico Peppe Raffaele
positiva che io mi auguro sia però
accompagnata dai 3 punti. In questo momento più che un gioco
scintillante chiedo alla squadra la
vittoria per rimanere sulla scia
delle battistrada. Col tempo, ne
sono sicuro, l’Orlandina troverà
l’assetto e una qualità di gioco che
le daranno tranquillità nella ricerca del risultato». In alto mare la
formazione anti-Mazzarrà per le
sicure assenze degli infortunati
Cipriano, Campione e Gaglio.

e Santangiolese, formazioni entrambe militanti nel campionato di Prima Categoria (rispettivamente, nei gironi B e C) sono
le uniche squadre messinesi
delle 50 compagini peloritane
di Eccellenza, Promozione e
Prima, a non aver subito gol e
mantengono inviolata la propria rete. La formazione di S.
Angelo di Brolo ha nel pipelet
La Monica e in Regina (ex S.
Agata) i suoi baluardi difensivi,
la squadra di Mistretta può contare su un super Amato tra i pali
e gli ottimi Emanuele, Rivilli, Lo
Presti e Di Salvo. Naturalmente,
Santangiolese e Mistretta occupano l’alta classifica. La prima è
in vetta, gli amastratini sono secondi. Ed è proprio vero che, nel
calcio, vince quasi sempre chi
incassa meno reti. (s.a.)

Dopo aver messo in classifica un
punto pesante conquistato sul
difficile campo di Brolo contro la
Tiger, la Nuova Igea si prepara
alla prossima gara casalinga che
la vedrà impegnata contro l’attuale capolista del girone. Al
D’Alcontres arriva il Città di Vittoria, formazione solida in tutti i
reparti che sta facendo bene,
sovvertendo ogni pronostico. La
squadra vittoriese che vanta il
migliore attacco del torneo e
una difesa tra le più ermetiche,
in trasferta non ha mai perduto.
La squadra scenderà in campo decisa a conquistare tre punti
rilevanti per il suo cammino, alla
vigilia di un ciclo di gare molto
impegnative. Dopo il Città di Vittoria infatti, la squadra di Alacqua dovrà far visita al Due Torri,
prima di ricevere al D’Alcontres
un’altra big del campionato, ovvero il Modica, gara che anticiperà la trasferta di Mazzarrà S.
Andrea. Quattro incontri delicati che diranno dove potrà arrivare la squadra igeana. A sottolinearlo l’allenatore Alacqua.
«Abbiamo un ciclo di partite difficilissime se si considera che
nelle prossime quattro gare affronteremo le prime quattro della classifica. Adesso però dobbiamo pensare al Città di Vittoria che si presenta al D’Alcontres
da capolista. Sarà dunque una
partita molto difficile, ma ci stiamo preparando bene per affrontare al meglio questa gara che
potrebbe darci ulteriore entusiasmo e convinzione nei nostri
mezzi. Purtroppo – ha detto ancora Alacqua – dobbiamo lamentarci degli arbitraggi che abbiamo avuto in queste partite. In
cinque gare abbiamo subito tre
calci di rigore, per me tutti inesi-

stenti».
– S’aspettava questa squadra
dopo le prime giornate di campionato?
«La Nuova Igea sta crescendo,
anche se sta scontando parecchi
problemi. Domenica avremo
una grande opportunità per poterci affacciare nelle posizioni
che contano. La squadra sta facendo bene e alla fine di questo
ciclo di quattro gare, potremo
renderci conto di cosa può effettivamente fare e poi, eventualmente, prendere i correttivi che
servono».
E per la partitissima di domenica, la società igeana ha reso
noto che nelle scuole di Barcellona saranno distribuiti mille biglietti omaggio. Un modo per far
avvicinare i giovani barcellonesi
alla squadra giallorossa. «In occasione del match di domenica –
si legge nella nota – vogliamo fare in modo che la città torni a seguire in massa la squadra! Tutti
insieme per portare avanti il progetto giallorosso».

Lorenzo Alacqua


Document preview 18-4.pdf - page 1/1

Related documents


PDF Document articolo coppa uisp 2011
PDF Document martorano finali eccellenza 2011
PDF Document biliardino 2012 regolamento provv modulo iscrizione
PDF Document regolamento da salvare su leghe
PDF Document regolamento da salvare su leghe 1 1
PDF Document regolamento da salvare su leghe 1


Related keywords