Rachele GaspariniEGE esercitazione.vacanze .pdf

File information


Original filename: Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf

This PDF 1.4 document has been generated by Adobe InDesign CC 2015 (Macintosh) / Adobe PDF Library 15.0, and has been sent on pdf-archive.com on 08/01/2017 at 22:48, from IP address 93.38.x.x. The current document download page has been viewed 342 times.
File size: 16.1 MB (5 pages).
Privacy: public file


Download original PDF file


Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf (PDF, 16.1 MB)


Share on social networks



Link to this file download page



Document preview


Spagna
CITY

VALENCIA
LA CREATIVITÀ
FATTA
A CITTÀ
Valencia è una delle città più creative che io abbia mai visto
durante i miei viaggi. Con il termine creativa intendo
specificare il fatto che, oltre ad essere una bellissima città,
moderna sia nel centro che nella periferia, possiede
caratteristiche uniche che riescono a colpire profondamente
i visitatori. È una città piena di vita e di sorprese, le quali
si possono celare dietro piccole vie nascoste e riservate,
o all’interno di magnifici edifici.
Il mercato, molto simile a quello di Barcellona, ha destato
in me particolare stupore e meraviglia per la frenetica
allegria che si può assaporare attraversando lo spazio
occupato da banconi che si articolano formando
un’immensa giostra.

Altro aspetto che colpisce della cultura spagnola
è la cura per i dettagli, il rispetto delle tradizioni
e l’immancabile presenza dell’arte all’interno della
vita quotidiana dei cittadini; ad espressione di tutto
ciò sono d’esempio i famosi e bellissimi ventagli.
Inoltre, Valencia, è una città che, pur essendo
una delle metropoli più grandi e sviluppate della
Spagna, rimane ancora ricca di vegetazione,
grazie soprattutto all’enorme parco che attraversa
la città, nato dalla bonifica di un vecchio fiume che
la percorreva.

Creatività
LA COSA PIÙ
CREATIVA
DELLA
MIA VITA
Nella mia vita ho fatto poche cose che si possano definire
creative, anche se per molte la parte di creatività che risiede
in me è servita. Una di queste poche cose fu un regalo
di compleanno, un poster per l’esattezza. Ogni elemento
dell’immagine aveva un suo ruolo e la composizione un
senso logico che donasse armonia a ciò che si vedeva.
Poiché la persona interessata ed io avevamo in comune
la passione per una serie televisiva chiamata “Il Trono di
Spade” decisi di assemblare all’oggetto simbolo del telefilm,
ovvero il trono, altri elementi contenuti in esso che però
avessero un significato simbolico per me e per il destinatario.
Il primo componente che è stato creato e aggiunto al trono
è un lupo bianco, che incarna una delle famiglie protagoniste della serie e con il quale, per gioco, si è identificato il
soggetto del mio regalo.

Successivamente ho raffigurato un drago, simbolo
di un’altra delle famiglie protagoniste, o meglio
di una donna poiché l’ultima rimasta in vita della
sua dinastia e con la quale mi sono identificata io.
Infine ho aggiunto due frasi che rappresentavano
l’amore di questa donna e del suo compagno,
scritte nella loro lingua (inventata) e con la
traduzione in inglese sottostante.
Purtroppo, essendo un dono con dei riferimenti
diretti ad una precisa persona e che riguardano
una fiction che non tutti guardano, per gli altri
osservatori il primo impatto e l’immagine in sé
sono probabilmente l’unico interesse; pertanto
spero che il risultato piaccia ugualmente.

LA COSA PIÙ
CREATIVA
DI QUALCUN
ALTRO
Valencia è una delle città più creative che io abbia mai visto
durante i miei viaggi. Con il termine creativa intendo
specificare il fatto che, oltre ad essere una bellissima città,
moderna sia nel centro che nella periferia, possiede
caratteristiche uniche che riescono a colpire profondamente
i visitatori. È una città piena di vita e di sorprese, le quali
si possono celare dietro piccole vie nascoste e riservate,
o all’interno di magnifici edifici.
Il mercato, molto simile a quello di Barcellona, ha destato
in me particolare stupore e meraviglia per la frenetica
allegria che si può assaporare attraversando lo spazio
occupato da banconi che si articolano formando
un’immensa giostra.

Sopra:
letto a castello (alluminio e doghe di legno)
A sinistra:
tavolo da studio (alluminio e legno multistrato)
Sotto:
dettaglio del tavolo da studio

LE CITAZIONI: BERNARDO BERTOLUCCI

Tutti
cercano la
felicità e si
ritengono
sfortunati
quando non
la trovano...

La verità è che la felicità la si deve cercare.
Ogni persona passa momenti difficili, chi più
chi meno. Tutti trovano momenti in cui pensano che sia la fine, in cui per loro è la fine.
Alcuni riescono a tirarsi su da soli. Altri non
ce la fanno. Non è debolezza. È solo deviazione della vista.
Perché in ogni cosa c’è qualcosa di interessante, di vivo, di bellissimo! In ogni piccola cosa.
Ma si deve saper guardare, si deve riuscire ad
andare oltre il dolore, oltre la sfortuna.
Non si è mai felice se non si vuole essere
felice.
Non si è mai felice se ci si fa bloccare dalla
tristezza. Non si è mai felice se non si cerca la
felicità, anche nella più piccola cosa esistente.
Questa è la verità.
Ed ecco che ritorna... Ritorna la solitudine..
Quell’orribile sensazione di non essere mai
abbastanza per nessuno, di non essere accettati
da nessuno, di non essere amati da nessuno..
Quella sensazione di vuoto totale, che neanche
una giornata di sole o una bella notizia riesce
a colmare. Che solo nei giorni di pioggia, per
quanto tu odi il freddo e l’umido, ci si sente
capiti, ma ancora più tristi.
Eppure a volte l’unica cosa che si desidera è
rimanere da soli. E se si riesce a stare da soli
stando bene allora si può fare qualsiasi cosa,
perché “La solitudine può essere una tremenda
condanna o una meravigliosa conquista”.
(Bernardo Bertolucci).


Document preview Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf - page 1/5

Document preview Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf - page 2/5
Document preview Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf - page 3/5
Document preview Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf - page 4/5
Document preview Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf - page 5/5

Related documents


rachele gaspariniege esercitazione vacanze
felix grifondoro
small working groups 2015 2016
cc005
alice massini ege tn
villa merli

Link to this page


Permanent link

Use the permanent link to the download page to share your document on Facebook, Twitter, LinkedIn, or directly with a contact by e-Mail, Messenger, Whatsapp, Line..

Short link

Use the short link to share your document on Twitter or by text message (SMS)

HTML Code

Copy the following HTML code to share your document on a Website or Blog

QR Code

QR Code link to PDF file Rachele GaspariniEGE_esercitazione.vacanze.pdf