PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



luisana bolognini EGETN .pdf



Original filename: luisana-bolognini-EGETN.pdf

This PDF 1.4 document has been generated by Adobe InDesign CC 2015 (Macintosh) / Adobe PDF Library 15.0, and has been sent on pdf-archive.com on 06/02/2017 at 23:38, from IP address 93.34.x.x. The current document download page has been viewed 185 times.
File size: 3.2 MB (4 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


Turismo e guida agli eventi
Estate 2017
SIRACUSA
TAORMINA

Il Teatro Greco di Siracusa, tra i fianchi rocciosi del Colle Temenite, un po’ distante dal
centro di Siracusa è uno dei più belli che l’antichità ci ha lasciato in eredità.
La cavea è rivolta verso il mare e l’intero teatro ancora oggi dà spettacolo.
Il Teatro Greco di Siracusa è uno dei più belli di tutti quelli che l’antica cultura
ellenica, e non solo, ci ha lasciato. Un teatro che mostra fiero il tempo che è
passato, mostra i segni delle diverse dominazioni, testimonia i diversi modi di vivere e di interpretare gli spazi ma soprattutto è lì a testimonianza dell’amore per il bello e per l’arte che
hanno caratterizzato le due culture più importanti del mondo: quella greca e quella romana.
Non serve essere un appassionato d’arte per visitare il
Teatro Greco l’importante è avere ancora voglia di stupirsi.

53 cinquantatreesimo ciclo di rappresentazioni classiche
al Teatro Greco di
Siracusa
6 maggio - 25 giugno
SETTE CONTRO TEBE
7 maggio - 24 giugno
FENICIE

L’Orecchio di Dionisio è una grotta artificiale che si trova nell’antica
cava di pietra detta Latomia del Paradiso, sotto il Teatro Greco di Siracusa.
è una grotta artificiale vagamente simile ad un padiglione auricolare, che si
sviluppa in profondità per 65 m La grotta è, inoltre, dotata di eccezionali
proprietà acustiche (i suoni vengono amplificati fino a 16 volte).
Secondo una leggenda il tiranno Dionisio fece scavare la grotta dove rinchiudeva i prigionieri, e appostandosi all’interno di una cavità superiore
ascoltava i loro discorsi.

ORARI BIGLIETTERIA E VISITE
Tutti i giorni ore 9,00 a.m. 06,00 p.m.
Chiusura 04,30 p.m. durante le
Rappresentazioni Classiche

29 giugno - 8 luglio

1

2

Il tempio di Apollo è uno dei più importanti monumenti di Ortigia, antistante
alla piazza Pancali a Siracusa. Risalente all’inizio del VI secolo a.C., è il tempio
dorico in pietra più antico della Sicilia. Subì diverse trasformazioni: fu chiesa bizantina (se ne conservano la scalinata frontale e tracce di una porta), divenne moschea
araba, vi si la chiesa normanna del Salvatore che venne poi inglobata in una cinquecentesca caserma spagnola e in edifici privati. Una storia così travagliata danneggiò
gravemente l’edificio, che fu riscoperto intorno al 1860 all’interno della caserma e
venne riportato interamente alla luce fra il 1933 e il 1943.

Il Teatro antico di Taormina è il secondo centro di rappresentazione teatrale classico
per dimensione in Sicilia dopo il Teatro greco di Siracusa.
Il teatro è impiegato come struttura teatrale all’aperto per varie forme di spettacolo che
spaziano dal teatro ai concerti, dalle cerimonie di premiazione del David di Donatello ai
concerti sinfonici, dall’opera lirica al balletto. Dal 1983 è sede di Taormina Arte, manifestazione di spettacoli che si svolge tutti gli anni nel periodo estivo.

24 - 31 maggio
2 giugno
FESTIVAL TEATRO DEI DUE MARI

Indirizzo: Largo XXV Luglio - Siracusa
Coordinate: N 37.063923 - E 15.292915

1,3, 4 giugno
IL VOLO - NOTTE MAGINA - TRIBUTO
AI TRE TENORI
19 luglio
KASABIAN

3

4

La cattedrale della Natività di Maria Santissima sorge sulla parte elevata dell’isola di Ortigia, incorporando quello che fu il principale tempio sacro in stile dorico della
polis di Syrakousai, dedicato ad Atena (Minerva) e convertito in chiesa con l’avvento del cristianesimo. Considerata la chiesa più importante della città di Siracusa, è entrata a far parte
dei beni protetti dall’UNESCO in quanto patrimonio dell’umanità. Il suo stile è all’esterno
principalmente barocco e rococò, mentre al suo interno alterna parti risalenti all’epoca
siceliota, poiché appartenenti al tempio greco e parti risalenti all’epoca medievale, costruite
dai bizantini verso il seicento e così lasciate fino ai giorni attuali. La sua struttura interna è
composta in diverse navate e cappelle, le quali hanno uno stile classico e decorato, tipico del
barocco anch’esso.

La cattedrale possiede un grande significato religioso, custodisce statue, reliquie
e spoglie di santi, martiri e nobili siracusani. I suoi arredi hanno visto il susseguirsi di artisti provenienti da più parti
d’Italia e dall’estero. Da sempre simbolo
della religiosità siracusana, la cattedrale
attraversò le varie fasi storiche e culturali
della città.

5


luisana-bolognini-EGETN.pdf - page 1/4
luisana-bolognini-EGETN.pdf - page 2/4
luisana-bolognini-EGETN.pdf - page 3/4
luisana-bolognini-EGETN.pdf - page 4/4

Related documents


luisana bolognini egetn
1 maggio lettera di ignazio ganga
lan yang tgs bn
zjl2
ns090213
cc007


Related keywords