PDF Archive

Easily share your PDF documents with your contacts, on the Web and Social Networks.

Share a file Manage my documents Convert Recover PDF Search Help Contact



Antonella Fierli sings Kurt Weill .pdf


Original filename: Antonella Fierli sings Kurt Weill.pdf
Title: Senza titolo
Author: Michele Casella

This PDF 1.3 document has been generated by Word / Mac OS X 10.12.2 Quartz PDFContext, and has been sent on pdf-archive.com on 04/12/2017 at 14:35, from IP address 93.43.x.x. The current document download page has been viewed 269 times.
File size: 186 KB (2 pages).
Privacy: public file




Download original PDF file









Document preview


Press Sheet
2 Maggio 2017

Antonella Fierli sings
Kurt Weill

Antonella Fierli torna con un nuovo album dedicato al compositore
tedesco, una raccolta di reinterpretazioni in chiave moderna del
1. Stay Well mito vissuto nella prima metà del ‘900. Undici tracce alla
2. Nannas Lied riscoperta del suono espressionista, dove la jazzista pugliese
sperimenta nuove strade formali e interpretative con la
3. Die Seeräuber Jenny
collaborazione di grandi musicisti della scena contemporanea.
Tracklisting

4. Mackie Messer
5. Speak Low
6. Youcali Tango

7. September Song
8. Salomon Song
9. My Ship
10. Alabama Song
11. Lost In The Stars



Show me the way to the next whisky bar
Kurt Weil, un talento poliedrico, capace di stupire l’intellighenzia tedesca e conquistare i più
importanti teatri di Broadway in una New York al culmine del fulgore. Nel suo nuovo album
Antonella Fierli si confronta con questo istrionico intellettuale attraverso una collezione di
brani indimenticabili, che hanno fatto la storia della musica del XIX secolo. Un album di pura
creatività, che spazia dal romanticismo notturno di Stay Well alle memorie agrodolci di
Nanna Lied, dall’eleganza in paillettes di My Ship alla sfrontata bellezza di Alabama Song,
uno dei brani scritti per la collaborazione con Bertolt Brecht e successivamente coverizzato

2

Il mito di Kurt Weill
rivisitato in forma
moderna e con
arrangiamenti
completamente
inediti

da artisti come Doors e David Boowie.
Un racconto per sequenze sonore, capace di ripercorrere in maniera suggestiva il periodo
berlinese e l’esplosione mediatica statunitense, la straordinaria attitudine per la
composizione teatrale e l’indimenticabile ritmicità delle collaborazioni con Gershwin.
Antonella Fierli unisce la sua formazione classica e l’esperienza ottenuta da anni di esibizioni
on stage per proporre una nuova e personalissima interpretazione di Weill, dove
arrangiamenti completamente inediti e raffinatezze jazz si avvolgono attorno alla seducente
voce della performer. Una perfetta interazione fra canto e pianoforte, fisarmonica e violino,
fiati e batteria, per un disco che vede la collaborazione di 10 musicisti di altissima esperienza
e talento.
Un viaggio attraverso brani diventati culto in tutto il mondo, che attraversa la delicatezza di
September Song e la profonda umanità di Solomon Song, per arrivare alla passionalità di
Youcali Tango e alla meravigliosa drammaticità di Lost in The Stars, brano che chiude il disco
nel segno di una classicità sonora mai così intensa e contemporanea.

I collaboratori
Bruno Montrone (pianoforte), Alessandro Binetti (pianoforte), Francesco Galizia
(fisarmonica), Franco Giancola (fisarmonica), Pasquale Barberio (fisarmonica), Ignazio
Cascarano (violino), Franco Guarnieri (batteria), Luigi Catella (contrabbasso), Andrea
Campanella (clarinetto), Enzo Bacco (sax).

Antonella Fierli • Dichiarazioni
«Come dalla sua nascita, il jazz mantiene ancor oggi immutata la sua versatilità. Dal classico
al pop, tutto può volgere al jazz, ed è per questo che lo amo profondamente. Quella che serve
è l'intenzione improvvisativa, che è parte fondante della mia formazione ed è stata alla base
di questo lavoro su Kurt Weill, un disco fra il classico e il jazz che si presta perfettamente a
questa reinterpretazione.

Info
Foto
http://bit.ly/2pcwJ5W
Antonella Fierli su
Facebook:
http://bit.ly/2p4smKI
Antonella Fierli su
Soundcloud:
http://bit.ly/2pBv0ZM

Antonella Fierli • Biografia
Antonella Fierli comincia ad avvicinarsi al jazz negli anni ‘80 e dopo anni di jam sessions nei
locali jazz di tutta la Puglia esordisce nel 2004 con la Dixienitaly, una formazione di 11
elementi che vede sul palco artisti della levatura di Larry Franco, Mino la Cirignola e Muzio
Petrella. Da allora ha collaborato in diverse formazioni con Vito di Modugno, Michele
Carrabba, Bruno Montrone, Marco Boccia, Vito Liturri. Il repertorio spazia dai brani degli
anni ’40 di Duke Ellington e George Gershwin alle armonie di Monk, Mingus, Towner,
Hanckock, per arrivare anche alle interpretazioni in chiave jazz di brani dell’universo pop.
Laureata al corso di musica jazz del Conservatorio di Bari diretto dal maestro Roberto
Ottaviano, la Fierli ha studiato in workshop internazionali diretti da Sheila Jordan, John
Taylor, Gianluigi Trovesi e Sarah Jane Morris. Al suo attivo ha inoltre Angeli e altre storie, un
album realizzato al fianco del maestro Felice Mezzina.


Antonella Fierli sings Kurt Weill.pdf - page 1/2
Antonella Fierli sings Kurt Weill.pdf - page 2/2

Related documents


antonella fierli sings kurt weill
paola mattiazzi curriculum europeo aggiornato
antonella fierli sings kurt weill eng
natale al trasimeno concerti
prontuario accordi
cresci mazzacane lezioni di fotografia


Related keywords